Apparecchiatura autovelox in un Comune, pattuglia in un altro

Domanda di Roberto
8 luglio 2015 at 10:22

Ho ricevuto una contravvenzione rilevata con un'apparecchiatura situata in un comune, ma la pattuglia che mi avrebbe dovuto contestare l'accertamento era appostata sul territorio di un altro comune (ho una dichiarazione scritta del responsabile del servizio). Da notare che la pattuglia era appostata in un comune NON di sua competenza.

E' tutto regolare ?

Risposta di Giuseppe Pennuto
8 luglio 2015 at 11:06

Costituiscono servizi di polizia stradale, fra gli altri, la prevenzione e l'accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale. (art.11 CdS).

L'espletamento dei servizi di polizia stradale previsti dal Codice della strada (art.11 CdS) spetta, fra gli altri, ai corpi e ai servizi di polizia municipale, nell'ambito del territorio di competenza (art.12 CdS).

La questione andrebbe innanzitutto posta, in autotutela, al comando della polizia municipale che ha elevato la contravvenzione e solo successivamente, nel caso in cui l'istanza non portasse allo sgravio della sanzione, al Gdp competente per territorio nel luogo dove è stata accertata la violazione.

Con la cautela di non far trascorrere, in attesa della risposta all'istanza in autotutela a cura della polizia municipale, i 30 giorni utili, dalla data di notifica del verbale di multa, per la presentazione del ricorso al Giudice di pace.