apertura di attività di gommista

Domanda di utente
27 settembre 2011 at 16:18

Salve, mio marito aveva deciso quest’anno di aprire un attività di gommista, ma date un po' di spese abbiamo deciso di rimandare tutto al prossimo anno.

Lui negli ultimi 5 anni ha effettuato 3 anni come dipendente c/o un gommista ora sta invece lavorando per una ditta che non si occupa di gomme.

Un conoscente ci aveva detto che data l'assunzione di mio marito il 20 ottobre del 2006 c/o il gommista, entro 5 anni da quella data potevamo fare richiesta di un patentino.

Una specie di qualifica, così che non ci sarebbero stati problemi ad aprire l'attività.

E' così?

Risposta di Chiara Nicolai
27 settembre 2011 at 16:20

Sul sito della CCIA di Roma dice quanto segue in merito ad i requisiti professionali che bisogna possedere per aprire un'attività di gommista (autoriparazione):

  1. Aver esercitato l'attività di autoriparazione alle dipendenze di imprese operanti nel settore negli ultimi 5 anni come operaio qualificato per almeno 3 anni (è sufficiente 1 anno se si è in possesso di titolo di studio tecnico-professionale attinente all'attività);
  2. Aver frequentato con esito positivo un corso regionale tecnico-pratico di qualificazione, seguito da almeno un anno di esercizio dell'attività di autoriparazione come operaio qualificato alle dipendenze di imprese operanti nel settore nell'arco degli ultimi 5 anni;
  3. Aver conseguito un diploma di istruzione secondaria di secondo grado o un diploma di laurea in materia tecnica attinente l'attività;
  4. Essere stati titolari o soci di imprese di autoriparazione per un periodo non inferiore ad un anno prima del 14.12.1994 (data in cui è entrato in vigore il D.P.R. n. 387 del 18.4.94).

Credo che tuo marito soddisfi il primo requisito.