accertamenti Tarsu

Domanda di Roberto Carta
13 settembre 2014 at 13:07

Ho ricevuto dal Comune un provvedimento di accertamento (datato dicembre 2011) per la Tarsu anno 2009. In pratica rispetto alla situazione dichiarata (118mq) c'era una differenza di 22 mq (140mq accertata presumo dai dati catastali). Premettendo che la differenza è dovuta, dal momento dell'accertamento (2011) ad oggi, la superficie per la quale dovrei pagare la tassa non dovrebbe essere aggiornata (quindi 140mq)? Invece mi arriva ancora (nel 2014) la cartella con 118 mq. E' corretto? Posso contestare la sanzione degli ultimi 3 anni?

Risposta di Annapaola Ferri
13 settembre 2014 at 14:12

La cartella esattoriale notificata nel 2014 si riferisce all'omesso pagamento della Tarsu di un anno precedente. Il debito, nel momento in cui fu iscritto a ruolo, era rapportato alla dichiarazione, allora nota, di 118 mq.

Dunque, la cartella esattoriale è stata formulata correttamente nell'importo al tempo dovuto.

La differenza fra quanto avrebbe dovuto pagare in base alla metratura accertata e quanto era obbligato a pagare in base alla dichiarazione infedele, le verrà richiesto in un'unica soluzione e sarà riferito ai cinque anni precedenti la data di accertamento.

Dal prossimo anno dovrebbe ricevere a casa la richiesta di versamento della Tarsu in base alla reale estensione dell'immobile soggetto a tassazione.