A fronte di un protesto dopo quanto tempo potrò richiedere un finanziamento?

Domanda di paola
26 gennaio 2016 at 10:08

Purtroppo nel marzo del 2011, essendo delegata di un conto corrente di un'azienda successivamente fallita, mi sono stati contestati tre protesti da parte di tre istituti differenti, uno dei quali, dopo mio ricorso ha riconosciuto la mia estraneità e ha chiesto alla camera di commercio la cancellazione del protesto.

Purtroppo le altre due banche non hanno accettato lo stesso ricorso.

Ora sono passati quasi 5 anni, che per me tra l'altro sono stati infernali, non avendo credito da alcuna parte.

Allo scadere di questo quinquennio se volessi contrarre un finanziamento, alle banche continuerà a risultare questa mia posizione o sarò finalmente pulita?

Risposta di Simone di Saintjust
26 gennaio 2016 at 10:16

Come lei certamente saprà, decorsi cinque anni dall'iscrizione nel Registro Informatico dei Protesti (RIP) il nominativo deve essere automaticamente cancellato.

Ciò non esclude, tuttavia, la possibilità che qualcuno registri e conservi in propri archivi le segnalazioni che sono state ospitate nel RIP durante il quinquennio.

Si tratta delle famigerate banche dati occulte dei cattivi pagatori. Per cui lei dovrebbe teoricamente avere di nuovo accesso al credito dopo il quinquennio di purgatorio, ma non è certo che ciò accada.