Divorzio - il diritto dell'ex coniuge alla pensione di reversibilità

Coniuge divorziato - Condizioni per ottenere la pensione di reversibilità

Il coniuge divorziato ha diritto, alla morte dell'ex coniuge, alla pensione di reversibilità, come prevede l'articolo 9 della legge numero 898 del 1970. Per ottenere la pensione di reversibilità, è necessario che: il coniuge superstite sia titolare di un assegno divorzile; il coniuge superstite non sia passato a nuove [ ... leggi tutto » ]

Pensione di reversibilità quando l'ex coniuge titolare si era risposato

Cosa succede se l'ex coniuge deceduto si era nuovamente sposato? In questo caso si ha un concorso tra il coniuge divorziato ed il nuovo coniuge superstite. Entrambi hanno diritto ad una parte della pensione di reversibilità, fermi restando per il coniuge divorziato i requisiti sopra indicati. Come si stabilisce [ ... leggi tutto » ]

I criteri per stabilire la quota spettante della pensione di reversibilità ai due coniugi aventi diritto

La legge numero 898 del 1970 indica come criterio di determinazione della quota soltanto la durata del rapporto matrimoniale. La giurisprudenza, tuttavia, per ottenere il risultato più equo possibile, ha  preso in considerazione anche altri criteri, quali, ad esempio, l’ammontare dell'assegno divorzile, le condizioni economiche dei soggetti interessati e [ ... leggi tutto » ]