Multa per mancato rispetto delle norme sui parcheggi » Nulla se l'ausiliario che l'ha elevata non è abilitato

Multa per divieto di sosta o parcheggio senza ticket sulle strisce blu: se l'ausiliare del traffico non è abilitato può essere nulla.

Nel giudizio di opposizione al verbale di multa, di fronte alla contestazione del trasgressore, è il Comune che deve dimostrare come l'accertatore fosse autorizzato a rilevare l'infrazione alle norme sui parcheggi.

Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con ordinanza 22867/14.

Da quanto si evince dalla pronuncia in esame, può essere considerata illegittima la multa se gli enti locali non riescono a dimostrare la valida nomina degli ausiliari del traffico.

Potrebbero essere annullabili, dunque, tutte le multe sulle strisce blu o quelle per divieto di sosta elevate dagli ausiliari del traffico.

Ciò perché la contravvenzione è invalida se contestata da un ausiliario non abilitato.

A parere degli Ermellini, in fatti, in caso di impugnazione da parte del trasgressore, deve essere l'autorità amministrativa a dimostrare, nel corso giudizio dinanzi al giudice di pace, la legittimità della nomina, e quindi l'esistenza e la validità della delibera dell'ente locale.

29 ottobre 2014 · Andrea Ricciardi

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su multa per mancato rispetto delle norme sui parcheggi » nulla se l'ausiliario che l'ha elevata non è abilitato.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.