Il distacco dall'impianto di riscaldamento centrale

Per quanto riguarda il distacco dall'impianto di riscaldamento centrale, rimane come premessa, che a norma dell'articolo 1117 del codice civile, l'impianto di riscaldamento fino al punto di diramazione nelle varie proprietà esclusive, si presume di proprietà comune a tutti i condomini e che, a norma dell'articolo 1102 del codice civile, ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. Inoltre rimane da considerare che l'impianto è stato progettato per tutto l'immobile per assicurare una temperatura base equilibrata in tutto lo stabile.

La rinuncia unilaterale al riscaldamento operata da un singolo è vietata se da ciò derivano squilibri termici con aggravi di spesa per gli altri condomini (vedi sent. Cassazione numero 4023/1966); è consentita invece se è prevista dal regolamento condominiale , se è stata deliberata dall'assemblea o se il proprietario interessato può dimostrare che il distacco comporta una effettiva riduzione dei costi rapportata al costo complessivo. Se invece il distacco dall'impianto centrale di riscaldamento di uno o più condomini comporta un aumento di costi per gli altri fruitori, i primi sono tenuti a sostenerli (vedi  sent. Cassazione 10214/96 e numero 8924/2001).

Anche se un distacco in via di principio è consentito occorre una autorizzazione dell'assemblea con la maggioranza dei partecipanti e almeno 500 millesimi di proprietà in quanto trova applicazione l'articolo 1120 del codice civile, che disciplina le innovazioni.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il distacco dall'impianto di riscaldamento centrale.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • LUISA 25 gennaio 2010 at 14:49

    HO AVUTO IN EREDITA'DA MIO PADRE UN NEGOZIO DOVE, ALLA SUA MORTE, GESTISCO E IL PROBLEMA MAGGIORE E' IL RISCALDAMENTO.
    ALL'INTERNO DEL MIO NEGOZIO CI SONO TRA I 14 E I 15 GRADI ( CI VIVO 12 ORE AL GIORNO) E ALLA DOMENICA , CHE IL NEGOZIO E' CHIUSO NON SI RAGGIUNGONO I 16 GRADI.
    MI CHIEDO QUALE SIA IL MODO MENO ONORESO X POTERMI DISTACCARE DALL'IMPIANTO CENTRALIZZATO. IMPOSSIBILE CHE NON CI SIA UNA LEGGE CHE MI CANSENTA DI FARE CIO'.
    VI RINGRAZIO.