Il nuovo assegno di disoccupazione Asdi

L'Asdi è una nuova indennità di disoccupazione introdotto dal Jobs Act, sperimentato per tutto il 2015 e alimentato con un fondo da 300 milioni di euro istituito appositamente dal Ministero del Lavoro.

Si chiama ASDI ed è la nuova indennità che, da quest’anno, sarà erogata in favore dei disoccupati.

Possono avere accesso all'ASDI i soggetti che:

  • hanno già beneficiato della Naspi, per tutta la sua intera durata;
  • alla scadenza della Naspi, si trovino ancora in uno stato di disoccupazione e in una condizione economica di bisogno;
  • avranno partecipato ai piani formativi e di reinserimento previsti per ottenere la Naspi (leggi l'approfondimento “Naspi: per averla devi partecipare ai progetti di reinserimento”). Con il suddetto progetto il lavoratore dovrà adoperarsi per una ricerca attiva del lavoro, dando la propria disponibilità a partecipare a corsi di orientamento e formazione e accettando adeguate proposte di lavoro. Il mancato rispetto di tale condizione comporta la cessazione del godimento dell'ASDI.

I requisiti d'accesso all'assegno di disoccupazione sono dunque gli stessi della Naspi, ma avranno priorità i lavoratori con nuclei familiari in cui siano compresi minorenni e ai lavoratori vicini al pensionamento, secondo quanto qui di seguito chiarito.

Per ottenere l'ASDI, bisognerà trovarsi in condizione economica di bisogno in termini di Isee (la misura verrà definita con decreto del ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con l'Economia). In attesa del decreto, e solo per il 2015, l'ASDI è riservata prioritariamente ai lavoratori in cui i nuclei familiari presentano, all'interno, minorenni e ai lavoratori in età vicina al pensionamento, ma che non abbiano ancora maturato i relativi requisiti.

In ogni caso, il sostegno economico potrà essere erogato fino ad esaurimento dell'apposito Fondo istituito dal Ministero e che consta di 200 milioni per il 2015 e di 200 milioni per il 2016.

L'INPS riconoscerà il beneficio in base all'ordine cronologico di presentazione delle domande e, nel caso di insufficienza delle risorse, l'INPS non prenderà in considerazione ulteriori domande, fornendo immediata comunicazione anche attraverso il proprio sito internet.

L'assegno di disoccupazione ASDI verrà erogato, a partire dal 1°maggio 2015, ogni mese per una durata massima di sei mesi a partire dal giorno di accettazione della domanda.

L'importo dell'assegno sarà pari al 75% dell'ultima indennità Naspi percepita e, in ogni caso, non potrà superare l'ammontare dell'assegno sociale.

L'importo sale invece in base al carico familiare del lavoratore, la misura dell'aumento verrà però stabilita da un apposito decreto attuativo che il Governo emanerà nei prossimi 90 giorni. Lo stesso decreto stabilirà i criteri di cumulabilità.

20 marzo 2015 · Gennaro Andele

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il nuovo assegno di disoccupazione asdi .

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.