Le nuove indennità di disoccupazione in linea generale

Naspi, ASDI e DIS-COLL: cosa c'è da sapere, in termini generici, su queste nuove indennità di disoccupazione che entreranno in vigore a partire dal 1 maggio 2015.

Le indennità di disoccupazione fin ora vigenti, ovvero Aspi e mini-Aspi, andranno in soffitta tra poco più di due mesi, lasciando spazio alla Naspi, che secondo le stime del governo assicurerà un sostegno a 1,5 milioni di disoccupati nel 2015.

Inoltre, a decorrere dal 1 maggio 2015 è istituito, in via sperimentale per l'anno 2015, l'Assegno di disoccupazione (ASDI), avente la funzione di fornire una tutela di sostegno al reddito ai lavoratori percettori della Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l'Impiego NASpI.

Infine, in relazione ai nuovi eventi di disoccupazione verificatisi a decorrere dal 1 gennaio 2015 e sino al 31 dicembre 2015, anche qui In via sperimentale per il 2015, è riconosciuta ai collaboratori coordinati e continuativi e a progetto, iscritti in via esclusiva alla Gestione separata, non pensionati e privi di partita IVA, che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione, una indennità di disoccupazione mensile denominata DIS-COLL.

Ma quali sono i requisiti, come si accede al beneficio e quanto spetta a chi fruirà di queste indennità? Vediamolo nei prossimi paragrafi uno per uno.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su le nuove indennità di disoccupazione in linea generale.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.