Diritto di abitazione per coniuge superstite e separazione personale

Il diritto di abitazione della casa coniugale riservato al coniuge superstite

Il diritto reale di abitazione, riservato per legge al coniuge superstite, è condizionato all'effettiva esistenza, al momento dell'apertura della successione, di una casa adibita ad abitazione familiare, evenienza che non ricorre allorché, a seguito della separazione personale, sia cessato lo stato di convivenza tra i coniugi. Infatti, il diritto [ ... leggi tutto » ]

Il diritto di abitazione della casa coniugale non spetta al coniuge separato superstite

La ratio della disposizione, che assegna al coniuge superstite il diritto di abitazione della casa coniugale, è da rinvenire non tanto nella tutela dell’interesse economico del coniuge superstite di disporre di un alloggio, quanto dell’interesse morale legato alla conservazione dei rapporti affettivi e consuetudinari con la casa familiare, quali [ ... leggi tutto » ]