La tutela del debitore in ambito familiare ed ereditario

Molte sono le norme che tutelano il debitore nell'ambito familiare ed ereditario: vediamo quali nel paragrafo successivo.

Il creditore non può pignorare i beni dei familiari del debitore, anche se facenti parte dello stesso nucleo familiare.

Così, per esempio, non può pignorare i beni dei genitori o dei figli.

L'unica eccezione è per il coniuge, ma solo se in regime di comunione legale e, comunque, nei limiti del 50% sui beni rientranti nella comunione stessa.

Anche gli eredi devono pagare i debiti del defunto, sempre che abbiano accettato l'eredità. Essi però non devono pagare le sanzioni amministrative.

Esistono, inoltre, delle norme molto precise in merito alla notifica agli eredi dei debiti del defunto.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la tutela del debitore in ambito familiare ed ereditario. Clicca qui.

Stai leggendo La tutela del debitore in ambito familiare ed ereditario Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 18 aprile 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 16 marzo 2017 Classificato nella categoria cattivi pagatori - iscrizione in centrale rischi e conseguenze Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info