Dipendenti pubblici - cosa rischiano i dirigenti che abbiano acquisito conoscenza della falsa attestazione omettendo di attivare il provvedimento disciplinare

Nei casi di falsa attestazione della presenza in servizio, accertata in flagranza ovvero mediante strumenti di sorveglianza o di registrazione degli accessi o delle presenze, per i dirigenti che abbiano acquisito conoscenza del fatto, ovvero, negli enti privi di qualifica dirigenziale, per i responsabili di servizio competenti, l'omessa attivazione del procedimento disciplinare e l'omessa adozione del provvedimento di sospensione cautelare, senza giustificato motivo, costituiscono illecito disciplinare punibile con il licenziamento e di esse é data notizia, da parte dell'ufficio competente per il procedimento disciplinare, all'Autorità giudiziaria ai fini dell'accertamento della sussistenza di eventuali reati.

Quelle appena riportate sono le integrazioni del governo all'articolo 55‐quater del decreto legislativo 165/2001.

3 luglio 2016 · Tullio Solinas

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su dipendenti pubblici - cosa rischiano i dirigenti che abbiano acquisito conoscenza della falsa attestazione omettendo di attivare il provvedimento disciplinare. Clicca qui.

Stai leggendo Dipendenti pubblici - cosa rischiano i dirigenti che abbiano acquisito conoscenza della falsa attestazione omettendo di attivare il provvedimento disciplinare Autore Tullio Solinas Articolo pubblicato il giorno 3 luglio 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 4 marzo 2017 Classificato nella categoria lavoro e pensioni . Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info