La difesa "fai da te" in Tribunale » Quando e come è possibile

Nel nostro Paese, per poter effettuare una causa davanti a un qualsiasi Tribunale l'assistenza di un legale iscritto all'albo è obbligatoria. Solo d'innanzi al Giudice di Pace è possibile stare in giudizio personalmente, ma ci sono dei limiti e dei parametri da rispettare. Faremo chiarezza nel proseguo dell'articolo.

Per potersi presentare ad un processo, sia in veste di attore che di convenuto, non sempre è obbligatorio farsi assistere da un legale.

In alcuni casi, ci si può anche difendere da soli, ma solo nel caso in cui:

  1. si tratti di cause davanti al giudice di pace;
  2. il valore della controversia non sia superiore a 1.100 euro o, negli altri casi, purché vi sia l'autorizzazione del giudice, anche tacita, su richiesta dell'interessato. Il giudice può dare l'autorizzazione tenuto conto della natura e dell'entità della causa.

A parte queste particolari occasioni, la presenza di un avvocato in qualsiasi causa, sia civile che penale, è obbligatoria.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la difesa "fai da te" in tribunale » quando e come è possibile.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.