Debiti – difendersi dagli esattori di recupero crediti [Commento 4]

  • karalis 18 settembre 2008 at 08:33

    il fatto è che: avendo fatto un prestito nel 99 con una banca,di lire 20.000,000 ma con la firma del garante.hanno fatto una fideiussione e firmare un'assicurazione.dopo 2 anni di rate paghate perdo il lavoro,e finisce a conto a sofferenza,continuo a versare senza una rata fissa per un anno.conoscendo un direttore di banca chiedo consigli,mi spiega che essendoci l'assicurazione non devo temere.dopo un telegramma di quest’anno,ricevo con posta prioritaria una lettera di una società di recupero crediti,dicendo che loro hanno acquistato la mia pratica dalla banca nel 2005.e che entro il giorno tot dovevo pagare la somma per intero con gli interessi(la lettera è anche arrivata dopo il giorno di scadenza in cui avrei dovuto pagare l'intera somma)(PAZZI).volevo sapere il garante in tutto questo centra ancora?e perchè la banca non si è mai fatta sentire ne con me ne con il garante per tanto tempo?ero sicuro che l'assicurazione risolveva tutto,come è possibile tutto questo?tanto silenzio e poi ricompare l'incubo,tra virgolette.preciso che non sono in possesso di niente,neanche di un reddito.quindi durerà tutta la vita questa caccia al debitore?Vi ringrazio anticipatamente.

    Commento di ANTOINE | Giovedì, 18 Settembre 2008

    Per capire in che termini l'assicurazione copriva il debito in caso di perdita del posto di lavoro, bisognerebbe leggere il contratto.

    Alcune assicurazioni saldano il debito con banca o finanziaria ma poi si rifanno comunque sul debitore.

    Il garante è sempre responsabile del debito. Se nel contratto non è previsto il beneficio di escussione, il creditore potrebbe addirittura chiedere il saldo dei debiti al garante, prima che al debitore.

    Uno di motivi più frequenti per cui si crede spesso ed erroneamente di essere stati dimenticati dal proprio creditore è l'aver cambiato domicilio senza averlo comunicato (come è d'obbligo) al proprio creditore.

    L'altra ragione è che le pratiche, come spiegato nell'articolo, vengono vendute ripetutamente e lasciate per anni in scatoloni polverosi in qualche stanzetta dimenticata.

    Fin quando qualche funzionario comincia a lavorarle. E prende quelle che stanno per andare in prescrizione o che in prescrizione lo sono già (beninteso si tratta solo un errore di distrazione).

    Poi per risparmiare, magari, manda una messa in mora con posta prioritaria ...

    Se quella che hai ricevuto è davvero una messa in mora nel contenuto, a mio parere puoi dormire sonni tranquilli...

1 2 3 4 5 6 9

Torna all'articolo