Dichiarazione Sostitutiva Unica ISEE - Il conto corrente e il calcolo della giacenza media

Vanno indicati l'identificativo del rapporto, il codice fiscale dell'operatore finanziario, il valore del saldo contabile attivo al lordo degli interessi al 31 dicembre dell'anno precedente a quello di presentazione della DSU, nonché il valore della giacenza media annua riferita al medesimo anno. Nel caso di rapporti cointestati va indicata la quota di saldo e giacenza media secondo il numero dei cointestatari (ad esempio per due cointestatari indicare la quota del 50%, tre cointestatari quota del 33,3%, e così via).

Per giacenza media annua si intende l'importo medio delle somme a credito del cliente in un dato periodo ragguagliato ad un anno. Il calcolo della giacenza media annua, ovvero dell'importo medio delle somme a credito del cliente in un dato periodo, ragguagliato ad un anno, si determina dividendo la somma delle giacenze giornaliere per 365, indipendentemente dal numero di giorni in cui il deposito/conto è rimasto aperto. In questo contesto con giacenze giornaliere si intendono indicare i saldi giornalieri per valuta.

Per il calcolo della giacenza media. È necessario:

  1. Calcolare le giacenze giornaliere per ogni giorno dell'anno
  2. Moltiplicare le singole giacenze giornaliere per i giorni in cui sono rimaste costanti
  3. Sommare gli importi ottenuti
  4. Dividere il risultato per 365 giorni

Se, ad esempio, abbiamo una giacenza giornaliera di 1000 euro per 100 giorni, di 700 euro per 15 giorni, di 2000 euro per 250 giorni, allora avremo una giacenza totale di 610.500 euro nell'arco di 365 giorni (1000 x 100 + 700 x 155 + 2000 x 250). Da cui deriva una giacenza media giornaliera pari 1673 euro, ottenuta dividendo 610.500 euro per 365.

Comunque, per il calcolo della giacenza media annua si può far riferimento agli estratti conto. Nell'estratto conto sono infatti riportati, ai fini del calcolo degli interessi, i cosiddetti "numeri creditori" (il prospetto che li riporta può assumere diverse denominazioni, le più comuni essendo "Riassunto scalare", "Calcolo delle competenze", "Calcolo degli interessi", "Scalare per valuta").

Per ottenere la giacenza media basta sommare i "numeri creditori totali" riportati negli estratti conto in maniera da coprire tutto l'anno (ad esempio, se si ricevono estratti conto trimestrali, il primo estratto riporta i numeri creditori totali dal 1° gennaio al 31 marzo, il secondo dal 1° aprile al 30 giugno e così via; vanno pertanto sommati i numeri creditori totali indicati nei quattro estratti conto) e poi dividere per 365.

E' necessario fornire, nella Dichiarazione Sostitutiva Unica ISEE anche la data di inizio e la data di fine del rapporto, ma solo se il rapporto è stato rispettivamente aperto o cessato in corso d'anno.

Se è stato posseduto più di un rapporto, va indicata la somma dei saldi e delle giacenze medie nello spazio indicato rispettivamente come totale (A) e totale (B).

Se la differenza (A-B) è positiva, l'ISEE è calcolato sul saldo; se è negativa l'ISEE è calcolato sulla giacenza media.

Se la giacenza media è superiore al saldo e tuttavia sono stati fatti nell'anno precedente acquisti netti di beni immobiliari (ad esempio, acquisto di una casa) o di altre componenti il patrimonio mobiliare (ad esempio, acquisto di titoli di stato) per un ammontare superiore in valore assoluto alla differenza su indicata (B-A), allora l'ISEE è calcolato sul saldo. In tal caso bisogna indicare rispettivamente l'incremento del patrimonio immobiliare (C) e/o l'incremento del patrimonio mobiliare (D) verificatisi nell'anno precedente.

Il totale di tali valori incrementali del patrimonio (C+D) deve essere maggiore in valore assoluto della differenza tra saldo e giacenza media precedentemente indicato (B-A) perché l'ISEE sia calcolato sul saldo anche quando inferiore alla giacenza media.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su dichiarazione sostitutiva unica isee - il conto corrente e il calcolo della giacenza media.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.