Ripartizione fra coniugi della detrazione fiscale per figli a carico

La detrazione per figli a carico non può essere ripartita liberamente tra entrambi i genitori, ma deve essere attribuita al 50% per ciascuno, se i genitori non sono legalmente ed effettivamente separati.

Tuttavia i genitori possono decidere di comune accordo di attribuire l'intera detrazione al genitore con reddito complessivo più elevato per evitare che la detrazione non possa essere fruita in tutto o in parte dal genitore con il reddito inferiore.

In caso di separazione legale ed effettiva o di annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio la detrazione spetta, in mancanza di accordo tra le parti, nella misura del 100% al genitore affidatario ovvero in caso di affidamento congiunto nella misura del 50% ciascuno.

Anche in questo caso, i genitori possono decidere di comune accordo di attribuire l'intera detrazione al genitore con reddito complessivo più elevato per evitare che la detrazione non possa essere fruita in tutto o in parte dal genitore con il reddito inferiore.

Se un genitore fruisce al 100% della detrazione per figlio a carico, l'altro genitore non può fruirne.

La detrazione spetta per intero ad uno solo dei genitori quando l'altro genitore è fiscalmente a carico del primo e nei seguenti altri casi:

  • figli del contribuente rimasto vedovo/a che, risposatosi, non si sia poi legalmente ed effettivamente separato;
  • figli adottivi, affidati o affiliati del solo contribuente, se questi è coniugato e non è legalmente ed effettivamente separato.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ripartizione fra coniugi della detrazione fiscale per figli a carico.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Roberta 15 giugno 2011 at 16:26

    Il mio quesito riguarda la possibilità per una vedova di richiedere in 730/11 le detrazioni per la figlia ,coniugata ma di fatto separata , che non ha realizzato alcun reddito nell'anno 2010 e che sostiene materialmente . Il dubbio principale nasce dal fatto che forse il coniuge imprenditore che non provvede al suo sostentamento possa averla indicata a carico nella sua dichiarazione dei redditi. Cosa mi suggeririreste ?
    Grazie in anticipo se vi sarà risposta .
    Roberta

    • dott. Emanuele Perrotta 15 giugno 2011 at 17:12

      Ciao Roberta. Il tuo quesito andrebbe riproposto nella sezione "cartelle esattoriali e tasse" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrai inserire il tuo quesito e leggere la risposta degli esperti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

    1 2 3 4