La dichiarazione redditi e le detrazioni fiscali per le spese sanitarie

In materia di detrazioni fiscali, vediamo quali sono le spese mediche e/o sanitarie che possono essere "scaricate" tramite la dichiarazione redditi.

In dichiarazione redditi, la detrazione spese mediche sanitarie, consente al contribuente di scaricare dalle tasse le spese da lui sostenute nel corso dell'anno precedente ed effettuate per se stesso o per conto del coniuge o del familiare a carico o non a carico, o di un disabile.

In questi casi, la detrazione spetta solo per determinate spese sanitarie riconosciute per legge ed è pari al 19% IRPEF al lordo della franchigia di 129,11 euro.

Ai fini dii detrazione, le spese mediche 2015 vanno indicate dal contribuente che presenta la dichiarazione dei redditi nel modello 730 2015 nel rigo E1 a E5.

Il tetto massimo delle spese sanitarie detraibili per i familiari non a carico è pari a 6.197,48 e l'importo totale delle spese va indicato per intero senza ridurlo della franchigia di euro 129,11.

Se si supera il limite di 15.493,71 euro, è possibile ripartire la detrazione spettante in quattro quote all'anno in egual misura.

Per poter essere detratta la spesa sanitaria, deve essere documentata con fattura, parcella, ricevuta quietanzata o scontrino, riguardo invece l'acquisto di medicinali, la detrazione spetta se la spesa è certificata da fattura o “scontrino parlante” sul quale devono essere specificati la natura, la qualità e la quantità dei prodotti acquistati nonché il codice fiscale destinatario.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la dichiarazione redditi e le detrazioni fiscali per le spese sanitarie.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.