Dichiarazione redditi » se il tuo commercialista dimentica di presentarla non devi pagare le relative more e sanzioni

Se il commercialista dimentica di presentare la dichiarazione redditi del proprio cliente, il contribuente deve pagare comunque le tasse ma non le more e le sanzioni per il ritardo.

La dichiarazione redditi consegnata all'intermediario entro i termini e poi dallo stesso non trasmessa al fisco, non va considerata omessa. Rimane il contribuente responsabile del pagamento delle imposte comunque dovute.

Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 24611/14.

Da ciò che si evince dalla suddetta pronuncia, quando il commercialista non presenta la dichiarazione redditi del proprio cliente, pur avendo ricevuto un incarico ufficiale, il contribuente, una volta ricevuto l'accertamento fiscale, è costretto a pagare l'imposta evasa, ma resta esonerato dal versamento della mora e delle sanzioni.

A parere degli Ermellini, dunque, le imposte vanno comunque versate al fisco, anche se a sbagliare è stato il commercialista di fiducia: il contribuente, in tale fattispecie, si salva solo dal pagamento di more e sanzioni.

Secondo quanto chiarito da piazza Cavour, dunque, non si può, parlare di esonero da responsabilità per il contribuente in caso di infedele e doloso comportamento dell'intermediario. Ciò, per un semplice e ormai consolidato principio: il commercialista che, incaricato del pagamento dell'imposta e della trasmissione della dichiarazione dei redditi al Fisco, ometta di provvedervi, non esonera il contribuente dal pagamento dell'imposta stessa.

Restano non dovuti soltanto gli interessi e le sanzioni.

Concludendo, la Suprema Corte ci tiene a precisare che, nel caso di inadempimento del professionista cui il contribuente attribuisca il compiuto di curare gli adempimenti fiscali, il danno risarcibile è rappresentato di norma dai maggiori oneri che il contribuente è costretto a sostenere nei confronti dell'Erario per effetto dell'errore commesso dal tributarista.

24 novembre 2014 · Paolo Rastelli

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità o per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su dichiarazione redditi » se il tuo commercialista dimentica di presentarla non devi pagare le relative more e sanzioni. Clicca qui.

Stai leggendo Dichiarazione redditi » se il tuo commercialista dimentica di presentarla non devi pagare le relative more e sanzioni Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 24 novembre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 18 aprile 2017 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi Inserito nella sezione fisco, tributi e contributi del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

cerca