La dichiarazione dei redditi - le novità

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Quanti, nel corso del 2013, hanno percepito redditi da lavoro dipendente, da pensione e/o assimilati a redditi da lavoro dipendente, e che nel 2014 non hanno un sostituto d'imposta che possa effettuare il conguaglio, possono presentare la dichiarazione dei redditi con modello 730 a un Caf o a un professionista abilitato.

L'importo delle detrazioni d'imposta previste per i figli a carico è stato elevato da 800 a 950 euro per ciascun figlio a carico di età pari o superiore a tre anni e da 900 a 1.220 euro per ciascun figlio di età inferiore a tre anni. Inoltre, l'importo aggiuntivo della detrazione per ogni figlio con disabilità passa da 220 a 400 euro.

Per le spese relative a interventi di recupero del patrimonio edilizio, sostenute nel corso de 2013, la detrazione è pari al 50 per cento. Ai contribuenti che fruiscono della detrazione per le spese relative ad interventi di recupero del patrimonio edilizio, è riconosciuta una ulteriore detrazione del 50 per cento sulle spese sostenute, a partire dal 6 giugno 2013, per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione, che spetta su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro, deve essere ripartita in 10 rate di pari importo.

Per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2013, ed attinenti gli interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici, la detrazione d'imposta è elevata dal 55 al 65 per cento.

E' riconosciuta una detrazione d'imposta nella misura del 65 per cento, fino ad un ammontare complessivo di spesa non superiore a 96.000 euro per unità immobiliare, per le spese sostenute dal 4 agosto al 31 dicembre 2013 e finalizzate all'adozione di misure antisismiche realizzate su edifici adibiti ad abitazione principale o ad attività produttive ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità.

Le detrazioni relative alle erogazioni liberali a favore delle ONLUS, dei partiti e dei movimenti politici sono elevate dal 19 al 24 per cento.

Il reddito degli immobili ad uso abitativo non locati, situati nello stesso comune nel quale si trova l'immobile adibito ad abitazione principale, concorre alla formazione della base imponibile dell'Irpef e delle relative addizionali nella misura del 50 per cento.

Per i contratti a canone concordato, relativi ad abitazioni site nei comuni con carenze di disponibilità abitative e/o ad alta tensione abitativa, l'aliquota agevolata, nel caso di opzione per il regime di tassazione dei redditi da locazione basato sulla cedolare secca, passa dal 19 al 15 per cento.

Invece, per i fabbricati concessi in locazione per i quali non si adotta la cedolare secca, la deduzione forfetaria del canone di locazione viene ridotta dal 15 al 5 per cento.

Infine, l'importo complessivo massimo sul quale calcolare la detrazione del 19 per cento, relativamente ai premi di assicurazione sulla vita e contro gli infortuni, è stato ridotto a 630 euro.

19 gennaio 2014 · Giorgio Valli

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.