Dichiarazione dei redditi – comunicazioni di irregolarità [Commento 25]

  • ORIANNA 5 marzo 2010 at 11:51

    ho acquistato il 27/07/2007 appartamento per mio figlio ,non sposato

    pagato con assegni e non ho stipulato un mutuo,

    mio figlio ha preso la residenza per beneficiare dei diritti prima casa.

    in settembre 2009 si sposa con una ragazza che ha acquistato una casa come prima casa e paga il mutuo.

    decidono di comprare una casa piu grande.
    lei vende la sua e deve stipulare un mutuo prima casa.

    domande
    mio figlio può beneficiare della detrazione quota interessi al 50%, se è garante con il suo stipendio del pagamento delle rate del mutuo?
    c'e una possibilità di rogitare la casa beneficiando entrambi dei diritti della prima casa, anche se la sua non l'ha ancora venduta e visto che l'ha acquistata senza stipula di mutuo?
    se si intestano entrambi in questa casa, le spese di rogito e di notaio come sono calcolate?

    conviene fare un atto al momento del rogito per potere subentrare ,trascorsi 5 anni dal 2007, nella proprietà della casa?

    • cocco bill 5 marzo 2010 at 15:17

      La possibilità di detrazione degli interessi passivi è concessa ai cointestatari del mutuo, purchè la casa sia definibile come abitazione principale.

      La possibilità di beneficiare delle agevolazioni fiscali prima casa, è concessa ai proprietari qualora sussistano le seguenti condizioni:

      a) l'immobile deve essere ubicato nel Comune in cui l'acquirente ha la residenza o in cui intende stabilirla entro 18 mesi dalla stipula, o nel Comune dove l'acquirente svolge la propria attività principale.

      b) l'acquirente non deve essere titolare, esclusivo o in comunione col coniuge, di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del Comune dove si trova l'immobile da acquistare;

      c) non bisogna essere titolari, neppure per quote o in comunione legale, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà, uso, usufrutto, abitazione o nuda proprietà, su altra casa di abitazione, acquistata, anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni per l'acquisto della prima casa.

      Le condizioni di cui alle lettere b) e c) e l'impegno a stabilire la residenza, entro 18 mesi, da parte dell'acquirente che non risiede nel Comune dove è situato l'immobile che si acquista, devono essere attestate con apposita dichiarazione da inserire nell'atto di acquisto.

      Per gli onorari del notaio occorre farsi fare un preventivo.

1 23 24 25 26 27 39

Torna all'articolo