\n\n

Buongiorno, ho ricevuto una sfilza di cartelle esattoriali ( dal 2004 ad oggi), presumibilmente perchè, ho beneficiato delle detrazioni per i figli a carico nella misura del 100 per cento in questi anni, mentre il mio ex marito lo faceva per il 50 per cento

  • nelly Fatari 4 marzo 2010 at 18:21

    Buongiorno,
    ho ricevuto una sfilza di cartelle esattoriali ( dal 2004 ad oggi), presumibilmente perchè, ho beneficiato delle detrazioni per i figli a carico nella misura del 100% in questi anni, mentre il mio ex marito lo faceva per il 50%. Dico "presumibilmente, perchè neanche all'ufficio dell'agenzia delle entrate mi hanno saputo dire esattamente di cosa si trattasse. Preciso che i figli sono stati sempre affidati esclusivamente a me e che, secondo quello che ho saputo, a me spetti la totale detrazione almeno per gli anni 2007 /2008/2009,, e cioè da quanto è entrata in vigore la finanziaria che lo prevedeva. Ma per gli anni indietro non so cosa preveda la normativa.In ogni caso ho presentato un ricorso tutelativo alla agenzia delle entrate.Attendo di sapere cosa devo aspettarmi. RingraziandoVi dell'attenzione, Vi saluto cordialmente!

    • cocco bill 5 marzo 2010 at 06:42

      Per gli anni 2007 e seguenti, essendo stato suo figlio affidato a lei, suo marito non poteva fruire della detrazione, neanche nella misura del 50%.

      Per gli anni precedenti suo marito aveva diritto ad una detrazione del 50%.

1 19 20 21 22 23 37

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità o per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Torna all'articolo