Dichiarazione dei redditi - la detrazione per coniuge a carico

E' considerato fiscalmente a carico, il coniuge, non legalmente ed effettivamente separato, che nell'anno di imposta oggetto della dichiarazione ha percepito un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Nel limite di reddito di 2.840,51 euro che il coniuge non deve superare per essere considerato fiscalmente a carico, vanno computate anche le seguenti somme, che non sono comprese nel reddito complessivo:

  1. le retribuzioni corrisposte da Enti e Organismi Internazionali, Rappresentanze diplomatiche e consolari, Missioni, Santa Sede, Enti gestiti direttamente da essa ed Enti Centrali della Chiesa Cattolica;
  2. la quota esente dei redditi di lavoro dipendente prestato nelle zone di frontiera ed in altri Paesi limitrofi in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto lavorativo da soggetti residenti nel territorio dello Stato;
  3. il reddito d'impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime fiscale di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità (articolo 27, commi 1 e 2, del decreto legge 6 luglio 2011, numero 98);
  4. il reddito d'impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime per le nuove attività produttive (articolo 13 della legge numero 388/2000 - Finanziaria 2001);
  5. il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni.

Può essere considerato fiscalmente a carico il coniuge, non legalmente ed effettivamente separato, che non convive con il contribuente o risulta residente all'estero.

Nel reddito complessivo, da prendere in considerazione per determinare la detrazione fiscale spettante per coniuge a carico, deve essere incluso anche il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni.

  1. Chi percepisce un reddito complessivo non superiore a 15.000 euro e vuole calcolare la detrazione spettante per il coniuge fiscalmente a carico, deve effettuare le seguenti operazioni:
    1. moltiplicare per 110 il reddito complessivo;
    2. dividere il prodotto così ottenuto per 15.000;
    3. troncare il risultato della divisione alle prime quattro cifre decimali
    4. sottrarre ad 800 il risultato dell'operazione effettuata al punto precedente.

    E' evidente che se si percepisce un reddito complessivo uguale a 15.000 euro, la detrazione spettante per coniuge a carico risulta essere pari a 690 euro (il risultato della divisione è infatti uguale 110). Negli altri casi si otterrà un importo detraibile per coniuge a carico inferiore a 690 euro.

  2. Per un reddito complessivo percepito che va da euro 15.001 a euro 29.000, la detrazione per coniuge a carico è pari a 690 euro;
  3. Per un reddito complessivo percepito che va da euro 29.001 a euro 29.200, la detrazione per coniuge a carico è pari a 700 euro;
  4. Per un reddito complessivo percepito che va da euro 29.201 a euro 34.700, la detrazione per coniuge a carico è pari a 710 euro;
  5. Per un reddito complessivo percepito che va da euro 34.701 a euro 35.000, la detrazione per coniuge a carico è pari a 720 euro;
  6. Per un reddito complessivo percepito che va da euro 35.001 a euro 35.100, la detrazione per coniuge a carico è pari a 710 euro;
  7. Per un reddito complessivo percepito che va da euro 35.101 a euro 35.200, la detrazione per coniuge a carico è pari a 700 euro;
  8. Per un reddito complessivo percepito che va da euro 35.201 a euro 40.000, la detrazione per coniuge a carico è pari a 690 euro;
  9. Chi percepisce un reddito complessivo compreso fra 40.001 ed 80.000 euro, e vuole calcolare la detrazione spettante per il coniuge fiscalmente a carico, deve effettuare le seguenti operazioni:
    1. sottrarre ad 80.000 il reddito complessivo;
    2. dividere il risultato così ottenuto per 40.000;
    3. troncare il risultato della divisione alle prime quattro cifre decimali
    4. moltiplicare per 690 il risultato dell'operazione effettuata al punto precedente.

    Evidentemente, nessuna detrazione per coniuge a carico spetta al contribuente che percepisce un reddito pari ad 80.000 euro. Così. e ci mancherebbe altro, anche per il contribuente con reddito complessivo superiore ad 80.000 euro.

20 gennaio 2013 · Giorgio Valli

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su dichiarazione dei redditi - la detrazione per coniuge a carico.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.