Avvio attività – la dichiarazione di inizio e l’attribuzione di partita IVA in dettaglio

Quando si avvia una attività economica, sia di tipo autonomo che imprenditoriale, occorre segnalarlo all’Agenzia delle Entrate presentando un’apposita dichiarazione entro 30 giorni dall’inizio dell’attività o dalla costituzione della società.

La dichiarazione va presentata anche dai soggetti non residenti che istituiscono una stabile organizzazione in Italia o che nominano un rappresentante fiscale ovvero che intendono identificarsi direttamente nel territorio dello Stato, siano essi persone fisiche che soggetti diversi.

Al momento della presentazione della dichiarazione di inizio attività, viene attribuito dall’Agenzia delle Entrate il numero di partita Iva, che resta invariato fino alla cessazione dell’attività.

Il numero di partita Iva è formato da 11 caratteri numerici, di cui i primi 7 individuano il contribuente attraverso un numero progressivo, i successivi 3 sono il codice identificativo dell’Ufficio, l’ultimo è un carattere di controllo.

Avvio attività – la dichiarazione di inizio e l’attribuzione di partita IVA in dettaglio

(I) Numero progressivo (II) Codice ufficio (III) Carattere di controllo (calcolato sulla base dei primi dieci)

Per i soggetti diversi dalle persone fisiche la partita Iva e il codice fiscale generalmente coincidono, fatta eccezione per quei soggetti che all’inizio dell’attività sono già in possesso di un codice fiscale: in tal caso viene attribuito un numero che assume esclusivamente valore di partita Iva.

Il numero di partita Iva attribuito deve essere indicato nelle dichiarazioni, nella home page dell’eventuale sito web e in ogni altro documento ove richiesto.

Dal primo gennaio 2007 tutti i titolari di partita Iva hanno l’obbligo di effettuare i versamenti fiscali e previdenziali esclusivamente per via telematica, con il modello F24.

Il decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7 ha introdotto delle semplificazioni riguardanti le formalità per l’avvio di nuove imprese; è previsto infatti l’invio di una comunicazione unica al registro delle imprese, che varrà quale assolvimento di tutti gli adempimenti amministrativi previsti per l’iscrizione al registro ed ai fini previdenziali, assistenziali, fiscali nonché per ottenere il codice fiscale e la partita Iva.

I NUOVI MODELLI DI INIZIO ATTIVITÀ

Le dichiarazioni di inizio attività devono essere redatte sui nuovi modelli AA9/8 e AA7/8, disponibili in formato elettronico e prelevabili gratuitamente dal sito Internet dell’Agenzia (www.agenziaentrate.gov.it, alla voce Strumenti – Modulistica -Ultimi modelli pubblicati).

In particolare deve essere utilizzato:

  • il modello AA9/8, dalle persone fisiche (ditte individuali e lavoratori autonomi);
  • il modello AA7/8, dagli altri soggetti (società, associazioni, enti);
  • il modello ANR/1 dai soggetti non residenti (persone fisiche e soggetti diversi) che intendono identificarsi direttamente in Italia.

Le dichiarazioni modelli AA7/8 e AA9/8, possono essere presentate o trasmesse presso un qualunque Ufficio locale dell’Agenzia delle Entrate con le seguenti modalità:

  1. direttamente, in duplice esemplare, anche a mezzo di persona incaricata munita di delega. All’atto della presentazione della dichiarazione, il contribuente (titolare dell’impresa individuale o rappresentante legale della società) deve esibire un proprio documento di riconoscimento. Se la dichiarazione è presentata su delega, la persona delegata è tenuta ad esibire oltre al proprio documento, un documento del delegante che può essere presentato anche in copia fotostatica;
  2. a mezzo servizio postale, in unico esemplare. La spedizione deve avvenire mediante raccomandata alla quale deve essere allegato un documento di riconoscimento in copia fotostatica. La dichiarazione si considera presentata il giorno in cui è spedita la raccomandata e la prova dell’avvenuta presentazione è data dalla ricevuta di spedizione;
  3. in via telematica, direttamente dal contribuente o tramite un intermediario abilitato, ovvero nell’ambito dei gruppi di società, tramite una società del gruppo avente i requisiti per la trasmissione delle dichiarazioni annuali. La dichiarazione si considera presentata nel giorno in cui si conclude il procedimento di trasmissione all’Agenzia delle Entrate e la prova della presentazione è data dalla comunicazione di avvenuta ricezione da parte dell’Agenzia.Se il contribuente si rivolge agli intermediari per la presentazione della dichiarazione, questi sono tenuti a rilasciare al contribuente:
    • immediatamente, una copia della dichiarazione di inizio attività, attestante la data di consegna, con l’impegno a trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate i dati in essa contenuti;
    • successivamente, una copia della dichiarazione trasmessa e la comunicazione dell’Agenzia che conferma l’avvenuto ricevimento dei dati trasmessi (contenente, in caso di dichiarazione di inizio attività, il numero di partita Iva nonché l’indicazione dell’Ufficio delle Entrate competente in base al domicilio fiscale del contribuente).
  4. presso l’Ufficio del registro delle imprese, istituito presso le Camere di Commercio, Industria, Artigianato Agricoltura, esclusivamente da parte dei soggetti tenuti all’iscrizione nel registro delle imprese o alla denuncia al repertorio delle notizie economiche e amministrative (REA), utilizzando la modulistica dell’Agenzia delle Entrate.

In caso di società di persone occorre inoltre consegnare copia autenticata dell’atto costitutivo o del contratto di società; per le società di capitali occorre la copia autenticata dell’atto costitutivo e dello statuto.

Offri il tuo contributo virtuale alla visibilità di indebitati.it

Stai leggendo La dichiarazione di inizio attività e l'attribuzione di partita IVA Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il 16 dicembre 2007 Classificato nelle categorie fisco tasse e tributi - contenuti obsoleti Etichettato con tag , , Letture 967Numero di commenti e domande: 0

Se hai un account Google+ o Facebook e navighi con un browser aggiornato, puoi contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

Se vuoi restare informato sui contenuti del sito, iscriviti alla newsletter o al feed di indebitati.it

Commenti e domande dei lettori

  • Devi essere registrato e connesso per poter inserire un commento o un quesito. Se non sei un utente registrato, puoi commentare gli articoli o inserire un quesito nel forum, anche con un account Facebook o Google+.

    Connect with: