Dichiarazione dei Redditi - Informazioni generali

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

La dichiarazione dei redditi è un documento attraverso il quale lo Stato conosce le tue condizioni reddituali e determina l'ammontare delle tasse da pagare.

La dichiarazione dei redditi deve essere presentata da tutte le persone che l'anno precedente hanno avuto redditi, e dagli imprenditori e lavori autonomi con partita IVA, anche se non hanno percepito alcun reddito.

La dichiarazione dei redditi viene presentata su modelli predisposti ogni anno dall'Agenzia delle Entrate. I modelli variano a seconda che si tratti della dichiarazione di persone fisiche o società.

Per le persone fisiche il modello da utilizzare può essere il modello Unico (persone fisiche) oppure - se il dichiarante è un lavoratore dipendente, un collaboratore a progetto o un pensionato - il modello 730.

Altri modelli sono il 770 (per il datore di lavoro) ed il Red per i pensionati.

A che cosa serve la dichiarazione dei redditi?

Per gli stranieri ha particolare importanza nei casi di:

  • richiesta del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
  • richiesta di ricongiungimento familiare;
  • rinnovo del permesso di soggiorno;
  • cittadinanza.

Questo modello è importante anche quando:

  • si deve richiedere un prestito alla banca;
  • quando si deve fare un acquisto a rate;
  • quando si deve prendere in affitto una casa;
  • si deve chiarire la propria posizione contributiva con il Ministero delle Finanze.

Per porre una domanda su 730, dichiarazione dei redditi, modalità di compilazione ed argomenti correlati, clicca qui.

8 gennaio 2009 · Antonio Scognamiglio

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • angelo 28 marzo 2010 at 11:52

    lavoro e risiedo a milano, nel luglio 2009 ho presentato dihiarazione dei
    redditi per il tramite di un caf di messina, città dove mi trovavo in vacanza, il quale mi ha compilato modulo unico da cui è risultato un pagamento a saldo di oltre 600 euro, pagamento che ho effettuato in unica
    soluzione. adesso casualmente mi sono accorto che nei mesi di agosto settembre e ottobre mi sono state detratte dalla busta paga tre rate di pari importo per un totale di oltre 600 euro con la dicitura per dichiarazione dei
    redditi. contattato il caf di messina mi ha assicurato che l'errore non è da attribuirsi a loro. pertanto per non occuparvi altro tempo, vi prego di
    farmi sapere cosa devo fare per recuperare quanto pagato in più, tenendo presnte che in mio possesso c'è soltanto la copia di unico e del relativo pagamento.
    grazie e distinti saluti

    • cocco bill 28 marzo 2010 at 12:43

      Il modo più immediato per capire cosa sia accaduto è quello di contattare l'Agenzia delle Entrate. Oppure rivolgersi al sostituto d'imposta che ha operato le trattenute.

      E' molto strano che presentando l'UNICO le trattenute siano state poi operate del datore di lavoro, come accade quando si presenta il 730.