Comunicazione dati conducente per decurtazione punti patente - l'alternativa è pagare la multa

Di norma, il proprietario del veicolo cui viene notificato un verbale di infrazione che comporta la decurtazione punti della patente è di fronte a un bivio.

Può comunicare i dati del trasgressore al momento dell'infrazione, a cui verranno tolti punti.

Oppure, può rassegnarsi a pagare un “obolo” supplementare, che sanziona proprio l'omessa comunicazione dei dati del conducente.

Ed ecco la batosta: l'importo minimo (edittale) di questa sanzione aggiuntiva è schizzato addirittura a 284 euro. Così dal 1° gennaio 2013, in virtù degli aumenti per quasi tutte le sanzioni amministrative, che scattano ogni biennio dal 2005.

Per "minimo edittale" si intende il minimo della sanzione prevista per quell'infrazione e coincide con la somma indicata sul verbale di notifica.

Si era partiti da 250 euro nel 2003, per poi sfondare il muro dei 280 euro nel 2013.

Ai 284 euro di cui si diceva, vanno poi aggiunte le spese di notifica della sanzione aggiuntiva: una ventina di euro, se non di più, visto che pure le notifiche sono rincarate.

L'importo è uguale per qualsiasi guidatore: si possieda una Fiat Uno "scassata" o una scintillante Lamborghini, non cambia nulla.

Un altro guaio è dato dalla fine oscura che fa quel denaro.

In teoria, metà degli incassi dovrebbero essere utilizzati per migliorare la sicurezza stradale.

Purtroppo, però, i controlli sono scarsi, e le sanzioni ai danni degli Enti che non rispettano la prescrizione non sono neppure previste dalla legge.

Alla fine, c'è una sola certezza: se ti dimentichi di comunicare il nome del guidatore, è scontata la multa supplementare.

Nondimeno, è da tenere presente che, se il proprietario ricorre contro la multa, la sanzione supplementare è sospesa.

Se vince il ricorso, non paga nulla.

Se lo perde, bisogna scegliere se comunicare il nome dell'autista o pagare.

4 febbraio 2013 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca