Le ristrutturazioni edilizie la segnalazione certificata inizio attività (SCIA)

Debutta la segnalazione certificata di inizio attività nel testo unico dell'edilizia.

Cosa si potrà fare con la nuova SCIA?

Si possono effettuare le varianti a permessi di costruire che non configurano una variazione essenziale, a condizione che siano conformi alle prescrizioni urbanistico-edilizie e siano attuate dopo l'acquisizione degli eventuali atti di assenso prescritti dalla normativa sui vincoli paesaggistici, idrogeologici, ambientali, di tutela del patrimonio storico, artistico ed archeologico e dalle altre normative di settore.

Per le modificazioni del proprio appartamento (per esempio abbattimento di un muro divisorio e accorpamento di due stanze) non è più necessaria la SCIA ma è sufficiente una comunicazione di inizio dei lavori al Comune (cosiddetta CIL).

Tale comunicazione deve essere però accompagnata da un progetto dei lavori e dalla relazione di un tecnico (per esempio un ingegnere o architetto) che attesti, sotto la propria responsabilità che i lavori eseguiti non danneggino parti comuni dell'edificio, rispettino i regolamenti edilizi municipali e le norme antisismiche e in materia di rendimento energetico.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su le ristrutturazioni edilizie la segnalazione certificata inizio attività (scia).

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.