L'atto di precetto che segue il decreto ingiuntivo non opposto

Il decreto ingiuntivo è un titolo esecutivo e, come già visto, dopo la notifica del decreto ingiuntivo si hanno a disposizione 40 giorni per impugnarlo e presentare opposizione.

In assenza di opposizione, verrà notificato un atto di precetto, con il termine ultimativo di 10 giorni per il pagamento.

Il precetto è l'atto formale con cui il creditore intima al debitore di adempiere al titolo esecutivo entro un termine. Il precetto è un atto del creditore, non contiene alcuna domanda giudiziale e può essere sottoscritto direttamente dal creditore, da un suo rappresentante o da un avvocato munito di mandato. Il precetto è un atto formale contenente gli elementi previsti dalla legge, da portare obbligatoriamente a conoscenza del debitore.

Decorso il termine di 10 giorni concesso per il pagamento, il creditore potrà procedere all'azione esecutiva (pignoramento).

Briciole di pane - navigare a ritroso nelle sezioni

debiti origine conseguenze tutele
tutela del debitore
tutela del debitore e della sua privacy, difesa dai creditori - consigli
decreto ingiuntivo opposizione a decreto ingiuntivo e al precetto opposizione ad esecuzione e agli atti esecutivi
decreto ingiuntivo ed opposizione » pillole

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su l'atto di precetto che segue il decreto ingiuntivo non opposto. Clicca qui.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altri contenuti suggeriti da Google

Struttura del sito ed altre info