Decreto ingiuntivo per carta di credito non pagata

Nel 2003 decidemmo io e allora mia moglie (ora ex) di aprire un c/c e ottenere una carta di credito cointestata, ma, per vari motivi, non siamo più riusciti a pagarla e la carta arrivò alla somma di circa 4 mila euro. Nel 2009 ci separammo e cambiammo anche indirizzo (lei vive in affitto) e io vivo in affitto (presso parenti).

Giorno 20 dic 2011 viene recapitata a casa della mia ex-moglie una raccomandata (busta verde) Sevizi giudiziari (DECRETO INGIUNTIVO) intesta una a lei e una a me, ma nello stesso indirizzo che vive lei.

La lettera dice: "in forza di decreto ingiuntivo del tribunale di ... numero 109 del 26-31 maggio 2011, notificato in data 07.06.11,formula esecutiva in data 22.11.11 INTIMA E FA PRECETTO.... - ecc entro 10 gg."

Ora dico, io sono disoccupato non ho nulla intestato se non altri debiti. Vivo a casa dai miei zii (non pago affitto) e la mia ex-moglie anche lei in affitto e disoccupata, cosa può fare l'ufficiale giudiziario?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su decreto ingiuntivo per carta di credito non pagata.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.