Debito ereditario per cartelle equitalia

Debito ereditato da madre deceduta: l'anno scorso è deceduta mia mamma e circa sei mesi fa abbiamo scoperto delle cartelle non pagate di equitalia tra le carte di casa.

Non avevamo fatto successione in quanto non c'ê nessuna eredità e andando per chiedere info sulla rinuncia di eredità abbiamo scoperto che invece per pochi euro presenti in un vecchio conto cointestato movimentato ogni tanto per pagare delle bollette invece un eredita esisteva e tacitamente l'abbiamo accettata.

Purtroppo la legge non ammette ignoranza e si deve pagare :-) quindi sempre sei mesi fa sono andata da equitalia per capire l'entitá del debito e per darmi le informazioni mi hanno chiesto di fare una dichiarazione dove indicavo gli eredi residenza e con tanto di certificato di morte .

Per fortuna non è tantissimo l'importo e mi avevano detto che ci avrebbero notificato le cartelle composte della parte del debito ereditato.

Ma da sei mesi non si è visto nulla.

Oltretutto dall'estratto conto è risultato che diverse cartelle relative a bolli auto la notifica è avvenuta abbondantemente oltre il termine legale ma senza una notifica agli eredi non posso fare ricorso.

Tra l'altro nel frattempo è deceduto anche mio padre e sismo rimasti solo io e mio fratello ad ereditare. Il mio quesito è: devo aspettare la loro notifica? Esiste un termine per la notifica agli eredi? devo andare a fare a questo punto la successione all'agenzia delle entrate? Dovrei affidarmi ad un avvocato?

In più,sono venuta a conoscenza,dopo aver richiesto autonomamente un'estratto per visionare se un'altra cartella di una multa non pagata fosse stata sistemata, che ho una cartella per un mancato pagamento IRPEF di ben 19€ dell'anno 1999.

Il ruolo è stato emesso il 14/11/2002 e notificata il 25/11/2003 (anche se non ne ricordo notifica ma sono passati tanti anni potrei sbagliarmi).

Restando che comunque dal 2003 non ne ho più ricevuto notizia sicuramente. Premesso che devo verificare se effettivamente è un debito dovuto, nel caso non fossi in regola dopo tutti questi anni devo ancora pagare? Non sono oramai caduti in prescrizione? Grazie mille

Riscontro formale dell'avvenuta comunicazione ad equitalia

Per ora non credo sia necessario affidarsi ad un avvocato.

La successione del papà va aperta indipendentemente dal verificarsi di altri eventi.

Spero abbiate un riscontro formale dell'avvenuta comunicazione ad Equitalia dei nominativi degli eredi della debitrice. In caso contrario procuratevelo, perché vi farà risparmiare gli eventuali interessi che Equitalia potrebbe richiedere dalla data dell'avvenuta comunicazione a quella della futura notifica delle cartelle esattoriali agli eredi.

Poi,lei è troppo sicura di non aver ricevuto comunicazioni inerenti il mancato pagamento del dovuto. La cosa andrebbe accertata presso il creditore, tenendo ben presente che la notifica potrebbe essere stata perfezionata per compiuta giacenza.

Volendo escludere la praticabilità ed in ogni caso la convenienza di impugnare gli atti conseguenti, non resta altro da fare che attendere. Nel caso in cui le notificheranno azioni esecutive (come ad esempio un fermo amministrativo) tenterà istanza in autotutela eccependo la prescrizione del titolo esecutivo.

Se hanno lo "scheletro nell'armadio" accoglieranno la sua istanza, probabilmente. Altrimenti pagherà e pace.

19 settembre 2012 · Andrea Ricciardi

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su debito ereditario per cartelle equitalia.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.