i debiti sono tanti ....

Buon giorno, i debiti sono tanti e tutti di mio marito: equitalia ha agganciato con un ipoteca il suo 50% della casa di proprietà d'entrambi, acquistata dopo il matrimonio.

Una delle soluzioni che ci ha prospettato l'avvocato è quella di vendere il 50% di mio marito a mio figlio, chiedendo un mutuo alla banca, vendita finalizzata al pagamento del debito, al momento del rogito dovrà necessariamente essere presente un delegato di equitalia... sul rogito il notaio dovrà scrivere a cosa servono i soldi...e sopratutto la banca ci chiede che non ci siamo in giro altri debiti... cosa che ne mio marito e neppure io sappiamo! Queste sono le condizioni che ci chiede la banca.

Detto ciò... siccome eravamo in comunione dei beni, abbiamo ritenuto opportuno fare la separazione dei beni (26 aprile).

La domandà è: se in futuro arrivano altri debiti su mio marito, nel momento in cui lui sarà "nullatenente" e in regime di separazione dei beni, la casa è salva? oppure metto nei guai mio figlio? e ancora entro quanto tempo si prescrivono i debiti verso le Stato? tipo IVA e IRPEF?

Il consiglio del Suo avvocato è limpido e corretto. Sono corretti e fondati anche i timori della banca, in quanto eventuali altri debiti di Suo marito potrebbero in teoria comportare la revocatoria della vendita posta in essere.

Potete sincerarvi dell'esistenza di altri debiti, per lo meno di natura finanziaria, con una visura in Crif e/o nelle altre SIC.

Se nel futuro arrivassero altri debiti di suo marito, salvo quanto detto sopra riguardo la possibile revocatoria, gli altri congiunti non hanno da temere.

Lei comunque non specifica l'entità dei debiti in gioco, sarebbe utile per consigliarvi meglio.

14 maggio 2011 · Simone di Saintjust

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • paolobramilla 10 novembre 2014 at 04:48

    Salve. io ho contratto debiti con AE per 50/60K €... Debiti che deduco sia equitalia a dover riscuotere da me. A prescindere che sono nullatenente e nullafacente...nel caso mi sposassi (ovviamente in separazione dei beni) questi debiti passano e possono essere richiesti alla mia futura moglie o rimangono affar mio?
    Ovvio ke io rimarrei nullatenente e nullafacente anche dopo il matrimonio...
    Grazie mille

    • Ludmilla Karadzic 10 novembre 2014 at 06:39

      I debiti contratti prima del matrimonio rimarranno sempre e comunque affar suo, indipendente dal regime economico coniugale adottato.

      Naturalmente, la separazione dei beni evita che vi sia confusione dei beni acquisiti dopo il matrimonio dalla sua consorte con quelli del coniuge debitore a fronte di azioni esecutive promosse dai creditori.