Rifiuto di un rifinanziamento per debito da carta revolving

Ho (avevo) due revolving da 2000 e 1300 euro di credito con pagamento di 100 e 75 euro mensile a cui si aggiunge un finanziamento chiesto nel 2007 di 20000 euro con rata mensile di 400 euro.

I tre contratti sono stipulati con l'agenzia interna della banca. Prima che cominciasse l'insolvenza,ho fatto presente al direttore che cominciavo ad avere problemi con i pagamenti.

Quindi faccio richiesta verbale di rinegoziare i finanziamenti pagando una unica rata di circa di 200 euro mensili (restano da pagare fra tutto circa 8000 euro).

Il direttore non può rifinanziare perchè non ho più garanzie. Quindi telefona alla societa per cercare una soluzione. Fa presente la mia disponibilità: la risposta e sempre negativa. Questo si e ripetuto per tre volte circa in agenzia nel 2010. Inizio 2011 sono cominciato i problemi.

Solita risposta: I finanziamenti non si possono unificare perchè hanno interessi diversi.

Adesso sono indietro con i pagamenti 5-6 mensilità. C’e una agenzia di recupero crediti che gli interessa recuperare i finanziamenti solo delle revolving.

Sono d'accordo per 200 euro mensili, ma su tre finanziamenti: quindi, 100-50-50 euro mensili sempre con il tasso dalla stipula del contratto (revolving 14%). Mi sembra un po' esagerato.

Io continuo ha ripetere che o si fà una rata unica altrimenti facciano quello che ritengono opportuno.

Domani vado di nuovo in banca, come mi devo comportare ?

C'è una via d'uscita ?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su rifiuto di un rifinanziamento per debito da carta revolving.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • ludi 17 novembre 2012 at 19:58

    Nell'arco di 6 anni mi sono ritrovato in una situazione di sovraindebitamento e neanche io me lo so spiegare come! tutto è cominciato con un prestito di 7000 euro x spese familiari (arredamenti), a questo finanziamento si è aggiunta una carta revolving di 5000 euro e successivamente un'altra di 5000 con un'altra finanziaria.

    Premetto che sono sposato ho due figli e pago un affitto di 500 euro e lavoro solo io anzi lavoravo xche ho perso il lavoro da circa un mese.

    Nell'arco di questi anni fra prestiti di consolidamento debiti e altre carte revolving la situazione finanziaria è divenuta insostenibile.

    Oggi mi ritrovo con 3 finanziamenti in corso e 5 carte revolving da pagare e fin quando riuscivo attraverso altri finanziamenti a onorare le rate e di conseguenza a tenere un tenore di vita quasi alla soglia della povertà , tutto procedeva senza problemi.

    Entrato in questo circolo vizioso adesso mi ritrovo in una situazione disperata e non so cosa fare.

    Le finanziarie mi tempestano di telefonate dicendomi che sono un cattivo pagatore e minacciano di chissà quali conseguenze! adesso per di più sono disoccupato e il sussidio che aspetto dall'inps mi servirà per pagare l'affitto (che tra l'altro è pure in arretrato) e a sostenere la famiglia, e non vedo proprio come poterne venire fuori.

    Noi in famiglia non abbiamo proprietà a parte una vecchia utilitaria e in questo momento neanche un reddito.qualcuno può spiegarmi cosa mi potrebbe accadere dal punto di vista legale a parte essere iscritto al crif? grazie per tutti i consigli che mi arriveranno.

    • Ornella De Bellis 17 novembre 2012 at 20:18

      Stia sereno. La sua situazione è comunissima. Non creda di essere il solo a dover affrontare le difficoltà che descrive.

      Ormai a CRIF converrà stilare la lista dei buoni pagatori, perchè altrimenti, con i cattivi, non le basterà lo spazio si disco.

      Non le accadrà nulla. Perchè se per i debiti si dovesse andare in galera, dovrebbero costruire altri stadi per metterci dentro noi debitori.

      Il sussidio di disoccupazione deve servire solo a pagare l'affitto e qualche uova per una frittata. A me piace tanto, specie quella con le cipolle.