Nostro padre è deceduto nel 2005

  • c0cc0bill 25 ottobre 2008 at 05:12

    Nostro padre è deceduto nel 2005. Pochi giorni fà è arrivata una lettera di agenzia di recupero crediti che, per via di una fidejussione bancaria prestata da nostro padre a garanzia di una società che poi lui ha venduto nel 1987 uscendone completamente, richiede a noi eredi del fidejussore la bellezza di centocinquantamila euro di debiti evidentemente contratti da i successivi proprietari della società stessa. Premesso che a noi tale notizia è caduta come un fulmine a ciel sereno, non eravamo assolutamnte a conoscenza di tale rapporto e forse neanche nostro padre era a conoscenza della presunta continuità della sua garanzia, ma veramente secondo quanto sopra scritto e quindi per il diritto italiano noi continuamo ad essere garanti dei debiti altrui? A noi sembra un eccesso di garanzia a favore del creditore (banca) e un abuso nei confronti di noi persone oneste.

    Commento di Giuseppe | Venerdì, 24 Ottobre 2008

    Purtroppo sì.

    Avendo voi eredi, implicitamente accettato l'eredità di vostro padre, ne assumete pro quota gli obblighi.

    L'unica cosa da verificare è che il credito, al debitore garantito dalla fideiussione di vostro padre, sia stato erogato quando vostro padre era ancora in vita.

    Nel caso ciò sia stato fatto dopo la morte di vostro padre, allora comincerebbero a sostanziarsi profili di comportamento fraudolento e/o negligente della banca, appellabili in sede legale.

    Non servirà a mettervi in allegria, comunque voi potete rivalervi sul debitore.

    In ogni caso vi consiglio di affidarvi a professionisti.

1 9 10 11 12 13 17

Torna all'articolo

Altri contenuti suggeriti da Google

Struttura del sito ed altre info