Debiti e sovraindebitamento - esdebitazione - indebitati.it

Sovraindebitamento – debiti ed esdebitazione - Quando un imprenditore può essere considerato "non fallibile"

Ricordiamo che un imprenditore, per poter essere considerato "non fallibile", deve possedere i seguenti requisiti: aver avuto, nei tre esercizi antecedenti la data di deposito della istanza di fallimento o dall'inizio dell'attività se di durata inferiore, un attivo patrimoniale di ammontare complessivo annuo non superiore ad euro trecentomila; aver [ ... leggi tutto » ]

Cosa significa "esdebitazione"?

L'esdebitazione è una novità introdotta dal legislatore con la riforma del diritto fallimentare, avvenuta con il Decreto Legislativo del 9 gennaio 2006, numero 5, poi modificato dal successivo Decreto Legislativo del 12 settembre 2007, numero 169. Tale istituto è previsto dagli articoli 142 e seguenti della Legge Fallimentare. L'esdebitazione [ ... leggi tutto » ]

Le condizioni per chiedere l'esdebitazione

L'esdebitazione riguarda esclusivamente i seguenti soggetti: gli imprenditori individuali i soci illimitatamente responsabili delle società personali. Per ottenere l'esdebitazione è necessario che il fallito: abbia cooperato con gli organi della procedura, fornendo tutte le informazioni e la documentazione utile all'accertamento del passivo e adoperandosi per il proficuo svolgimento delle [ ... leggi tutto » ]

I debiti esclusi dalla esdebitazione

Alcune tipologie di debito sono escluse dall'esdebitazione, e precisamente: gli obblighi di mantenimento e alimentari e comunque le obbligazioni derivanti da rapporti estranei all'esercizio dell'impresa; i debiti per il risarcimento dei danni da fatto illecito extracontrattuale nonché le sanzioni penali ed amministrative di carattere pecuniario che non siano accessorie [ ... leggi tutto » ]

Come si chiede l'esdebitazione?

Per ottenere l'esdebitazione, è necessario presentare domanda al Tribunale ove si svolge o si è svolta la procedura concorsuale. Il Tribunale non può concedere l'esdebitazione d’ufficio, ossia di propria iniziativa senza la domanda dell'interessato. Possono presentare l'istanza i seguenti soggetti: il fallito; gli eredi del fallito, in quanto l’esdebitazione [ ... leggi tutto » ]

Reclamo contro il decreto che decide sull'esdebitazione

Al termine del procedimento, il Tribunale si pronuncia sulla domanda di esdebitazione con decreto, succintamente motivato, con il quale concede o nega l'esdebitazione. Contro questo decreto gli interessati possono proporre reclamo davanti alla Corte di Appello ai sensi dell'articolo 26 della Legge fallimentare. La legittimazione spetta: al debitore; ai [ ... leggi tutto » ]