Debiti e società di recupero crediti - la proposta sottoscritta di saldo a stralcio costituisce una novazione del contratto originario

Mi riferivo al fatto che una proposta sottoscritta di saldo a stralcio è una novazione (legga il commento appena sopra di stufo). Costituisce una novazione anche se loro scrivono

“precisiamo che la suddetta transazione non costituisce in nessun caso novazione del precedente rapporto”

Molte sentenze di Cassazione si sono chiaramente espresse sul punto. Ma non è questo il problema.

Ripeto Danny. Loro bluffano. Deve imparare bluffare anche lei, in questo mondo di ladri.

Se non ha nulla, quando troverà lavoro le potranno pignorare lo stipendio nella misura massima di un quinto. E' pur vero che il debito sarà gravato da spese legali. Ma faccia lei il conto di quanto dovranno aspettare per rientrare da quelle spese. Augurandole uno stipendio NETTO di 1500 euro, prenderanno 300 euro/mese. Dalla data in cui riusciranno ad effettuare il pignoramento presso terzi e sempre correndo il rischio che poi lei venga licenziato o cambi lavoro.

Il lettore Stufo (commento appena prima del suo) aveva un debito iniziale di quasi 6 mila euro e lo chiude ad 1/3.

Io, al suo posto, non darei mai 7000 euro in contanti. Proporrei una cifra intorno al 20% del debito originario.

Ma ognuno deve assumersi la responsabilità di fare le proprie scelte, purchè consapevoli.

E certo, se poi la notte non ci dorme e mi prende un esaurimento nervoso, meglio pagare quello che chiedono. La salute prima di tutto, anche prima dei debiti.

da hai domande sui debiti? at indebitati.it forum

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

19 settembre 2010 · Chiara Nicolai

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su debiti e società di recupero crediti - la proposta sottoscritta di saldo a stralcio costituisce una novazione del contratto originario.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.