Mia mamma (ancora in vita) in passato ha purtroppo contratto un debito per mancata dichiarazione all'ufficio delle entrate e le è arrivata una multa di qualche migliaio di euro che non ha mai pagato in quanto ha solo l'assegno sociale e ad oggi è ovviamente lievitata

  • Eredita 27 gennaio 2016 at 14:00

    Mia mamma (ancora in vita) in passato ha purtroppo contratto un debito per mancata dichiarazione all'ufficio delle entrate e Le è arrivata una multa di qualche migliaio di Euro che non ha mai pagato in quanto ha solo l'assegno sociale e ad oggi è ovviamente lievitata.

    Siccome ho sentito più volte dire che se anche rinuncio alla sua eredità i debiti ti seguono fino alla 7.a generazione volevo capire cosa si può fare per non correre il rischio, una volta deceduta, di trovarmi questo debito e soprattutto vorrei tutelare mio figlio e futuri

    • Simone di Saintjust 27 gennaio 2016 at 14:34

      Per quanto riguarda i debiti erariali l'erede risponde esclusivamente del tributo insufficientemente o integralmente dovuto e non versato dal defunto, comprensivo di interessi. In pratica l'erede non è tenuto a corrispondere anche le sanzioni comminate al defunto.

      Tanto premesso, allo scopo di evitare di pagare comunque quanto lo Stato potrebbe a lei richiedere è sufficiente, in sede di successione (quindi alla morte di sua madre) procedere con la rinuncia all'eredità.

      Se suo figlio è maggiorenne, può anch'egli rinunciare all'eredità della nonna. Se è minorenne è automatica la rinuncia con beneficio di inventario fino alla maggiore età. Nel frattempo interverrà sicuramente la prescrizione del credito.

Torna all'articolo

Altri contenuti suggeriti da Google

Struttura del sito ed altre info