Cosa cambierà per le banche dopo il ddl sulle liberalizzazioni

Per quanto riguarda le banche viene invece chiesto che sia reso obbligatorio, quando il cliente lo chiede, trasferire il conto ad altro istituto entro 15 giorni.

Inoltre, il costo delle telefonate per i servizi alla clientela delle banche e delle società che emettono carte di credito non può mai superare la tariffa ordinaria urbana.

Previsto un sito Internet per dare ai clienti la possibilità di confrontare con facilità le condizioni relative a spese, trasferimento e caratteristiche di base del conto corrente relativamente ai prodotti bancari maggiormente diffusi.

La disposizione diventa operativa dopo approvazione di apposito decreto ministeriale dell'Economia, sentita la Banca d'Italia.

Infine, nuove regole per incentivare la trasparenza informativa sulle polizze legate ai mutui e ai prestiti.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cosa cambierà per le banche dopo il ddl sulle liberalizzazioni. Clicca qui.

Stai leggendo Cosa cambierà per le banche dopo il ddl sulle liberalizzazioni Autore Patrizio Oliva Articolo pubblicato il giorno 3 marzo 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 22 gennaio 2017 Classificato nella categoria attualità gossip politica del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info