Il Crowdfunding - La piattaforma Eppela

Fra le nuove realtà che si occupano di crowdfunding in Italia un posto di rilievo è occupato dalla piattaforma Eppela.

Al punto di incrocio tra internet, comunità online, reti sociali e un modo diverso di fare economia, il crowdfunding si presenta come una nuova opportunità di raccolta di risorse per realizzare idee, dal design alla politica.

Eppela è il primo progetto italiano in questo ambito.

Da meno di due anni di operatività , oltre 60 progetti sono stati finanziati fino a oggi dai 5 ai 20 mila euro dal sito.

Però è ovvio che non tutti i progetti o le idee presentate vengono supportate o immesse in rete per la raccolta fondi.

Devono essere, però, idee e progetti validi e che abbiano un fondo di realizzazione reale.

Questo, perché la piattaforma è orizzontale: si parla di design, cinema, teatro, tecnologia e quant'altro, per non citare la cultura, per la quale i fondi scarseggiano da sempre e che vedrebbe coinvolte le istituzioni.

Se, dunque, si ha un idea o un progetto serio per la testa, con Eppela, è possibile stilare un business plan con il budget che occorre e farsi avanti.

Eppela.com o un'altra società per il crownfunding, potrebbe prenderla in considerazione e dare, in questi tempi di austerity, la possibilità di attuare il cambiamento tanto aspettato.

È ovvio che non si fa niente per niente e per il proprio incomodo Eppela riterrà per sé il 5% di quanto racimolato, cosa che fa pure l'americana Kickstarter.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il crowdfunding - la piattaforma eppela.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.