Eurisc e crif

Bisogna rivolgersi alla banca o finanziaria che ha effettuato la segnalazione affinché comunichi la rettifica, per ottenerla in tempi brevi.

Infatti, se ci si rivolge direttamente a CRIF, che è semplicemente il gestore del sistema di informazioni creditizie EURISC, non è possibile ottenere un riscontro immediato, dal momento che CRIF non può in autonomia modificare o cancellare i dati contestati.

A seguito della richiesta di rettifica, CRIF richiederà all'istituto che ha erogato il finanziamento una verifica, e dovrà attendere un riscontro per poter fornire una risposta. In questo caso, comunque, CRIF deve fornire una risposta entro 15 giorni dalla richiesta, indicando l'esito definitivo delle verifiche o il nuovo termine entro il quale si avrà il riscontro (al massimo dopo ulteriori 15 giorni).

Se l'istituto di credito non risponde riscontro nel corso dei primi 15 giorni, e quindi non è stato possibile chiudere definitivamente le verifiche, CRIF inibisce a chiunque consulti il SIC la visibilità dei dati relativi al rapporto di credito oggetto di verifica (oscuramento temporaneo). La visibilità di tali dati, dal 15° giorno in poi, rimane sospesa per tutto il tempo necessario a gestire la pratica in modo definitivo.

4 dicembre 2012 · Simone di Saintjust

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.