Le banche consultano solo crif per valutare il merito creditizio?

Se non risulto iscritta in CRIF perchè il direttore della banca afferma che sono un soggetto ad alto rischio creditizio?

Vorrei sapere se ciascun istituto di credito consulta una propria banca dati sui cattivi pagatori, in quanto il direttore della mia banca, anche dopo aver io verificato di non essere iscritta in crif a mezzo domanda richiesta a info consumatori.crif, continua a sostenere che io sono un soggetto ad alto rischio.

Può lei informarmi su quali basi si fonda tutto ciò; se alla banca d'italia non ho nessun problema e non risulto iscritta al crif?

Esistono altre risorse a cui posso rivolgermi per avere ulteriori chiarimenti?

Banche dati occulte dei cattivi pagatori - forse è questa la spiegazione

Una leggenda metropolitana dice che gli istituti di credito fanno riferimento a banche dati “occulte” dove sono presenti dati - magari riferiti al passato - che dovrebbero essere stati cancellati

Si sa che le leggende metropolitane sono basate su uno scampolo di verità.

Comunque Le consiglio di fare una visura aggiornata su tutti i sic, CR, CAI, CRIF, CTC, EXPERIAN ecc.

22 ottobre 2012 · Genny Manfredi

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita e briciole di pane

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su le banche consultano solo crif per valutare il merito creditizio?. Clicca qui.

Stai leggendo Le banche consultano solo CRIF per valutare il merito creditizio? Autore Genny Manfredi Articolo pubblicato il giorno 22 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti