Crif eurisc per i consumatori » informazioni utili

Crif Eurisc per i consumatori » Una Centrale Rischi "depositaria" delle buone storie creditizie

Perché CRIF può rappresentare un vantaggio per te? Per capirlo partiamo da una semplice domanda: te la sentiresti di prestare la tua auto a un estraneo? O più semplicemente, presteresti i tuoi soldi a una persona che non conosci, senza avere la certezza di riaverli?

Gli istituti di credito ragionano nello stesso modo quando devono prestare denaro e, prima della nascita dei Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC), le uniche forme di tutela a cui tipicamente ricorrevano, a fronte della concessione di un prestito, erano l’ipoteca sulla casa, il pegno su un bene o la garanzia da parte di terzi (cioè garanzie reali e personali).

Oggi, invece, grazie al ruolo svolto dai SIC, banche e società finanziarie possono erogare credito basandosi sulla buona storia creditizia di chi lo richiede, senza avvalersi necessariamente di ulteriori garanzie.

CRIF gestisce il principale SIC presente in Italia: raccoglie dagli istituti di credito dati oggettivi sui finanziamenti richiesti e ottenuti da consumatori e imprese, per fornire a chi richiede un nuovo credito un’importante “referenza” nei confronti di banche e società finanziarie alle quali si rivolge.

La referenza creditizia consente a chi richiede un prestito di ottenere un riscontro in tempi brevi e, potenzialmente, condizioni adeguate al proprio profilo di indebitamento e affidabilità creditizia.

È importante sottolineare che i SIC non contengono giudizi di merito, ma riportano solo informazioni oggettive: l’ente finanziatore assume in totale autonomia la decisione di concedere o meno il credito, sulla base delle diverse informazioni considerate nel processo di istruttoria e delle proprie politiche di erogazione.

Ognuno di noi ha interesse a non indebitarsi oltre le proprie possibilità e le informazioni raccolte dai SIC sono un valido supporto.

Cos'è Crif

Un sistema di informazioni creditizie (SIC) positivo e negativo come quello gestito da CRIF, è un archivio informatico che contiene i dati sui finanziamenti richiesti ed erogati a privati e imprese da parte di banche e società finanziarie.

Il sistema di informazioni creditizie di CRIF si chiama EURISC.

Informazioni su Crif Eurisc

È importante sapere che EURISC non è un archivio di cattivi pagatori o una black list.

Più del 95% dei soggetti registrati rimborsa regolarmente i finanziamenti ottenuti, quindi esservi inseriti non significa assolutamente essere un cattivo pagatore.

La Crif eurisc non contiene informazioni su cambiali o assegni protestati né informazioni da uffici di pubblicità immobiliare (ex conservatorie)

Le informazioni contenute nel SIC vengono trasmesse a CRIF dalle banche e dalle società finanziarie che aderiscono al Sistema EURISC.

Le stesse banche e società finanziarie possono consultare tali informazioni solo per finalità collegate alla tutela del credito e al contenimento dei relativi rischi.

La consultazione, quindi, può avvenire solo:

Naturalmente l’attività di CRIF è regolamentata dal Codice Privacy e, più specificatamente, dal Codice Deontologico di riferimento entrato in vigore nel 2005. L’attività di CRIF viene periodicamente controllata in base all'articolo 13 del suddetto Codice.

Come funziona la centrale rischi Crif

La trasmissione dei dati creditizi sul SIC viene effettuata dalla banca o dalla società finanziaria solo nei seguenti casi:

L’informativa che deve essere fornita all'ente finanziatore riporta le modalità con cui i dati vengono trattati nel SIC, gli estremi della società che gestisce il SIC, i tempi di conservazione di tali dati, le categorie di società che possono accedervi, i principali diritti riconosciuti all'interessato.

La registrazione dei dati sul SIC EURISC del Crif

Se sei un privato e hai prestato il consenso al trattamento dei tuoi dati personali, la comunicazione dei tuoi dati in EURISC può avvenire:

Se non hai fornito il consenso al trattamento, i tuoi dati possono essere comunque segnalati in EURISC da parte dell'istituto di credito, quando si verificano ritardi nel rimborso del finanziamento (i cosiddetti “dati negativi”).

In particolare:

I tempi di conservazione dei dati nella centrale rischi di CRIF

Le informazioni, così come segnalate e aggiornate dagli istituti di credito, sono conservate sul SIC di CRIF nel rispetto dei tempi di conservazione stabiliti dal Codice Deontologico di riferimento, e cioè:

  1. Finanziamento richiesto ed in corso di valutazione​
    • 6 mesi dalla data richiesta
  2. ​Richieste di finanziamento rinunciate/rifiutate
    • ​1 mese dalla data di rinuncia/rifiuto
  3. ​Finanziamenti rimborsati regolarmente
    • ​36 mesi dalla data di estinzione effettiva del rapporto di credito
  4. ​Ritardi relativi a 1 o 2 rate (o mensilità)
    • ​12 mesi dalla comunicazione di regolarizzazione, a condizione che nei 12 mesi i pagamenti siano sempre regolari
  5. ​Ritardi relativi a 3 o più rate (o mensilità)
    • ​24 mesi dalla comunicazione di regolarizzazione, a condizione che nei 24 mesi i pagamenti siano sempre regolari
  6. Finanziamenti non rimborsati (o con gravi morosità)​
    • ​36 mesi dalla data di estinzione prevista o dalla data in cui l'istituto di credito ha fornito l'ultimo aggiornamento

Quindi ad esempio se il tuo finanziamento si è estinto regolarmente a Dicembre del 2011, sarà visibile nel SIC fino a Dicembre 2014.

I dati registrati in CRIF EURISC

EURISC gestisce informazioni di dettaglio sui finanziamenti non perfezionati (in richiesta, rinunciati, rifiutati) e perfezionati (accordati ed estinti) contratti da un soggetto.

Sono presenti informazioni anagrafiche e informazioni sui finanziamenti, e sono aggiornate ogni mese da parte degli enti partecipanti al SIC.

Le informazioni anagrafiche in caso di persona fisica consistono in nome, cognome, codice fiscale, data e luogo di nascita, indirizzo. In caso di società o ditta individuale consistono invece in denominazione, codice fiscale, partita iva e sede legale.

I finanziamenti registrati in EURISC sono suddivisi nelle seguenti categorie:

Le informazioni relative ai finanziamenti contenute in EURISC comprendono:

I tempi di conservazione dei dati e la cancellazione automatica dal CRIF EURSC

I dati relativi a prestiti e finanziamenti presenti nel sistema di informazioni creditizie di CRIF vengono cancellati automaticamente, senza bisogno di richieste specifiche.

I tempi di cancellazione sono stabiliti dal Codice Deontologico e cambiano in base al tipo di dato.

  1. Finanziamento in corso di istruttoria
    • Dopo 6 mesi dalla data di richiesta
  2. Richieste di finanziamento rinunciate/rifiutate
    • Dopo 1 mese dalla data di rinuncia/rifiuto
  3. Finanziamenti rimborsati regolarmente
    • Dopo 36 mesi dalla data di estinzione effettiva del rapporto di credito
  4. Ritardi relativi a 1 o 2 rate (o mensilità)
    • Dopo 12 mesi dalla comunicazione di regolarizzazione, a condizione che nei 12 mesi i pagamenti siano sempre puntuali.
  5. Ritardi relativi a 3 o più rate (o mensilità)
    • Dopo 24 mesi dalla comunicazione di regolarizzazione, a condizione che nei 24 mesi i pagamenti siano sempre puntuali.
  6. Finanziamenti non rimborsati (o con gravi morosità)
    • Dopo 36 mesi dalla data di estinzione prevista o dalla data in cui l'istituto di credito ha fornito l'ultimo aggiornamento

Alcuni esempi di cancellazione automatica dei dati dal SIC di CRIF

Vediamo alcuni esempi:

  1. Stai rimborsando un finanziamento regolarmente, ma salti la rata di marzo 2014, come era già accaduto 3 anni fa sullo stesso prestito. Rimborsi la rata di marzo 2014 ad aprile 2014, quindi accumuli un solo mese di ritardo. Se rimborsi tutte le altre rate regolarmente, il dato sul ritardo verrà cancellato automaticamente ad aprile 2015, 12 mesi dopo la regolarizzazione.
  2. Durante il rimborso di un finanziamento, non paghi regolarmente le rate di maggio,giugno e luglio 2014. Paghi le 3 rate arretrate ad agosto 2014. La segnalazione riguardante le 3 rate pagate in ritardo verrà cancellata automaticamente ad agosto 2016, 24 mesi dopo la regolarizzazione.

La cancellazione dei dati non corretti nel database dei cattivi pagatori di CRIF

Se pensi che i tuoi dati non siano trattati in conformità alla normativa o che l’istituto di credito non li abbia segnalati correttamente, è un tuo diritto gratuito richiedere la cancellazione/modifica dei tuoi dati dal SIC.

Per ottenere l’integrazione o la modifica dei tuoi dati puoi rivolgerti a CRIF oppure alla banca o alla finanziaria con cui hai in corso il rapporto di credito che intendi correggere.

Se ti rivolgi all'istituto di credito potrai ottenere direttamente l’eventuale modifica dei tuoi dati in EURISC.

Se ti rivolgi a CRIF, che è semplicemente il gestore del sistema di informazioni creditizie, non potrai ottenere un riscontro immediato, perché CRIF non può in autonomia modificare o cancellare i dati contestati.

A seguito della tua richiesta, CRIF richiederà all'istituto di credito una verifica, e dovrà attendere un riscontro per poter darti una risposta. CRIF ti fornirà comunque una risposta entro 15 giorni dalla tua richiesta indicandoti l’esito definitivo delle verifiche o il nuovo termine entro il quale riceverai riscontro (al massimo dopo ulteriori 15 giorni).

Se l’istituto di credito non ha fornito riscontro nel corso dei primi 15 giorni, e quindi non è stato possibile chiudere definitivamente le verifiche, CRIF inibisce a chiunque consulti il SIC la visibilità dei dati relativi al rapporto di credito oggetto di verifica.

La visibilità di tali dati, dal 15° giorno in poi, rimane sospesa per tutto il tempo necessario a gestire la pratica in modo definitivo.
La revoca al trattamento dei dati positivi

Prima che siano trascorsi i tempi di conservazione, puoi richiedere la cancellazione soltanto dei dati positivi, cioè delle informazioni sui finanziamenti che sono stati regolarmente rimborsati.

Ti segnaliamo che CRIF provvederà alla cancellazione dei dati positivi entro 90 giorni dalla tua richiesta, come previsto dell'articolo 6, comma 7 del Codice di deontologia e di buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti.

Riceverai una comunicazione a conferma della cancellazione dei dati una volta effettuata.

Tuttavia richiedere la cancellazione dei dati positivi non è assolutamente conveniente: infatti, gli istituti di credito che consultano i tuoi dati sul SIC di CRIF avrebbero una visione incompleta della tua situazione e affidabilità creditizia, con la conseguenza che:

Ti invitiamo pertanto a diffidare da chi ti consiglia di richiedere la cancellazione dei tuoi dati positivi o da chi richiede denaro assicurandoti di ottenere la cancellazione “certa” dei dati negativi: i dati negativi possono essere cancellati prima dei tempi di conservazione previsti, solo se non sono stati correttamente segnalati/aggiornati dall'istituto di credito; in questo caso, come detto, puoi fare richiesta di cancellazione in autonomia e gratuitamente.

CRIF EURISC - Contatti utili

Puoi inviare la tua richiesta con i tuoi documenti utilizzando i seguenti recapiti:

CRIF non può fornirti alcun dato personale per telefono, proprio per garantire la tua privacy ed evitare che i tuoi dati personali vengano comunicati ad altri.

Se hai bisogno di assistenza per compilare la tua richiesta puoi recarti presso lo sportello CRIF di Bologna, dedicato ai consumatori, al seguente indirizzo: CRIF S.p.A.-Ufficio Relazioni con il pubblico
via Zanardi 41 – Bologna.

Gli orari di apertura sono dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.

L’ufficio rimane chiuso nei giorni festivi, compreso il 4 ottobre, e nei ponti tra due festività (inclusi sabato e domenica).

18 febbraio 2014 · Andrea Ricciardi

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita e briciole di pane

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su crif eurisc per i consumatori » informazioni utili. Clicca qui.

Stai leggendo Crif Eurisc per i consumatori » Informazioni utili Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 18 febbraio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 16 novembre 2016 Classificato nella categoria crif eurisc - la principale centrale rischi privata italiana Inserito nella sezione cattivi pagatori e centrali rischi del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti