Ma funziona davvero così nei sistemi di informazioni creditizie?

La tua esperienza, cara Emanuela,  come quella di  tanti altri cittadini alle prese con "incidenti di percorso", nella restituzione delle rate di finanziamento, pare testimoniare il contrario.

In teoria e stando alle leggi vigenti, se un un cattivo pagatore è stato cancellato dalla Crif significa che il rapporto con la finanziaria è estinto da tempo. Andando a chiedere un nuovo finanziamento alla stessa finanziaria i precedenti ritardi non dovrebbero influire sull'istruttoria.

La realtà, invece, pare essere un'altra ... sembrerebbe, infatti, che molte finanziarie si siano dotate di banche dati, cosiddette "occulte", dove le informazioni relative ai cattivi pagatori, pur se eliminate dai Sistemi di Informazione Creditizia (SIC) ufficiali, restano comunque disponibili, violando il diritto all'oblio sancito dal Garante per il trattamento dei dati personali. Naturalmente, lo scrivo con il beneficio del dubbio, ma si sa che, se a pensare male si fa peccato, tuttavia ci si “azzecca” molto spesso.

Per fare una domanda  sulla CRIF (Centrale Rischi di Intermediazione Finanziaria), sugli altri Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC), sui cattivi pagatori o cattivi debitori, sui tempi massimi di permanenza nelle centrali rischio delle informazioni relative ai cattivi debitori e su tutti gli altri argomenti correlati a questo articolo, clicca qui.

2 agosto 2008 · Ornella De Bellis

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ma funziona davvero così nei sistemi di informazioni creditizie?.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 3 4 5