Debiti di natura tributaria - dall'accertamento al pignoramento

Debiti di natura tributaria - La fase di accertamento della pretesa

In generale, per debiti di natura tributaria (laddove il creditore è l'Agenzia delle entrate o il Comune) esiste una prima fase di attività in cui l'ufficio preposto alla riscossione accerta l'insufficiente o omesso pagamento del tributo stesso. Viene quindi notificato al debitore un atto di accertamento che giustifica e [ ... leggi tutto » ]

Debiti di natura tributaria - Il titolo esecutivo che legittima la fase di esecuzione della riscossione coattiva

Quando la fase di accertamento si conclude con la notifica al debitore di un avviso di accertamento non immediatamente esecutivo, è necessaria, per avviare l'esecuzione della riscossione coattiva (o forzata) del credito, una ulteriore attività cui si fa riferimento con il termine di iscrizione a ruolo; l’ufficio preposto alla [ ... leggi tutto » ]

Gli atti prodromici alla fase di esecuzione della riscossione coattiva dei debiti tributari, gli atti esecutivi e l'estratto di ruolo

Esistono, poi, tutta una serie di atti che sono prodromici alla fase di esecuzione della riscossione coattiva, ovvero, in termini semplici, che precedono la fase di esecuzione della riscossione coattiva e seguono l'emissione del titolo esecutivo; come l'avviso di intimazione (o avviso di mora o intimazione al pagamento), il [ ... leggi tutto » ]

Debiti di natura tributaria - Il titolo esecutivo può essere impugnato nel merito ma anche per violazione dei termini di decadenza imposti per legge alla Pubblica amministrazione

L'accertamento che giustifica e motiva la pretesa dei tributi il cui versamento è stato omesso o insufficientemente versato dal contribuente e che porta alla formazione del titolo esecutivo necessario per avviare la fase di esecuzione della riscossione coattiva, può prendere le mosse: dal controllo di una dichiarazione presentata dal [ ... leggi tutto » ]

Cosa fare se il titolo esecutivo non viene correttamente notificato al debitore e prosegue la fase di esecuzione della riscossione coattiva dei debiti tributari

Nel processo tributario (ma non solo) l'omessa notifica (meglio la notifica viziata da nullità) del titolo esecutivo (cartella esattoriale, avviso di accertamento immediatamente esecutivo, ingiunzione fiscale) rende nulli gli atti successivi, anche correttamente notificati; sia quelli prodromici alla fase di esecuzione della riscossione coattiva (avviso di intimazione, preavviso di [ ... leggi tutto » ]