Riscossione coattiva – cosa succede se non si paga una cartella esattoriale

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Trascorsi 60 giorni dalla notifica della cartella esattoriale, l'Agente della Riscossione, per legge, deve iniziare le procedure esecutive sui beni del Contribuente rilevati presso l'Anagrafe Tributaria, per il recupero delle somme non pagate previste nella cartella esattoriale stessa.

L'attivazione, da parte dell'Agente della Riscossione, di procedure cautelari ed esecutive determina ulteriori spese a carico del Contribuente.

Sulla base dei beni individuati possono essere attivate le seguenti azioni:

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Anonimo 16 maggio 2011 at 18:55

    ma mi dite ad una persona di 78 anni che campa con una pensione misera che si può fare fate una cosa giriamo un po la cosa incominciate a far pagare chi veramente non ha mai pagato che hanno ville macchine e case ed e tutto in nero ma la legge quando si sveglia si sveglia solo con le famiglie con buste paghe che andassero girando un po per il mondo a vedere la gente che gli fanno fessi aaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

1 17 18 19