Comunicazione di irregolarità – cosa fare se è relativa alla dichiarazione dei redditi [Commento 17]

  • Anonimo 27 febbraio 2010 at 14:56

    a questo punto come devo comportarmi.recarmi a equitalia e rateizzare tutto il dovuto,sperando che mi facciano una rateizzo che possa pagare.e per il resto l'ho soltanto presa nel....ma speriamo che le cose cambino altrimenti non so dove si và a finire.uno mica può vivere una vita da nullatenente..cosa si può fare?anche perchè mi sembra che ci sia parecchia gente in situazioni analoghe.la saluto

    • cocco bill 27 febbraio 2010 at 15:15

      Di gente nelle nostre condizioni ce ne è tanta. Ma non in numero tale da cambiare le cose. O, se siamo la maggioranza, forse ci divide il voto. Non avere coscienza della propria condizione o comunque averla ma sbagliare il voto è la stessa cosa, alla fine.

      Per capire che tipo di rateizzo potrà ottenere, può linkare questa pagina. C'è una simulazione disponibile per i debitori.

      Io, mi atterrei a questo vademecum semiserio (ma semi non tanto)

      1) adottare il regime patrimoniale coniugale di separazione dei beni. Meglio una vera e propria separazione legale (per l'accordo da omologare basta un azzeccagarbugli qualsiasi, a cui offrire, per l'incomodo, cappuccino e cornetto al bar del tribunale);

      2) vendere la casa di proprietà prima che Equitalia vi iscriva ipoteca;

      3) abitare in affitto con comodato d'uso di arredi, suppellettili ed elettrodomestici. Tutto registrato ed elenco dei beni in comodato puntualmente dettagliato;

      4) circolare con veicolo rigorosamente intestato ad altri: moglie separata, fratello, amico ecc… ;

      5) mai depositare in conto corrente, bancario o postale: tanto ormai lo stato espropria anche quelli con la scusa che son dormienti. Ed allora (anche come corrispettivo di lavoro) banconote da 500 euro, avvolte e compattamente sistemate in ovuli di materiale inerte per inserimento rettale. Con il tempo ci si abitua …

1 15 16 17 18 19 27

Torna all'articolo