Ipoteca - Surrogazione del creditore ipotecario insoddisfatto

Se un creditore ipotecario, il quale ha iscritto un‘ipoteca sopra uno o più immobili, ri­mane insoddisfatto perché sul prezzo derivante dalla loro vendita in sede di esecuzio­ne forzata si è in tutto o in parte soddisfatto un creditore ipotecario di rango anteriore (la cui ipoteca si estendeva ad altri beni dello stesso debitore), il primo può surrogarsi nell'ipoteca iscritta a favore del creditore ipotecario soddisfatto al fine di esercitare l‘azione ipotecaria su questi altri beni, con preferenza rispetto ai creditori posteriori alla propria iscrizione. Questa disposizione si applica anche ai creditori perdenti per causa di privilegi immobiliari.

Esempio:

La banca A ha un‘ipoteca sugli immobili X e Y, di proprietà del signor Mair. Anche la banca B ha iscritto un‘ipoteca sull'immobile X del signor Mair ma di grado poste­riore. La banca A si soddisfa parzialmente o totalmente nell'esecuzione forzata a carico dell‘immobile X. Ciò comporterebbe l‘impossibilità per la banca B di sod­disfarsi, ma in forza del citato articolo del codice civile la banca B può surrogarsi nell'ipoteca della banca A (che è stata già soddisfatta) a carico dell‘immobile Y.

Per fare una domanda sull'ipoteca, sulla riscossione coattiva dei debiti, sul sovraindebitamento, sulle cause di sovraindebitamento, sul come uscire da una situazione di sovraindebitamento, sui debiti in generale, sull'usura e su tutti gli argomenti correlati clicca qui.

8 agosto 2013 · Loredana Pavolini

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ipoteca - surrogazione del creditore ipotecario insoddisfatto.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Marco 14 luglio 2011 at 01:25

    Mio genero, con ditta individuale, ha chiesto un mutuo ad una banca per ristrutturazione della propria casa.
    La banca richiede ipoteca sulla casa ed inoltre anche un garante.
    La richiesta del mutuo per ristrutturazione è inferiore a l'80% del valore della casa, ed inoltre mio genero non ha debiti da espletare con altre banche. Per quali motivi una banca richiede un'ulteriore garanzia quando si può avvalere con l'ipoteca?
    Grazie.

    • dott. Emanuele Perrotta 14 luglio 2011 at 04:58

      Ciao Marco. Il tuo quesito andrebbe riproposto nella sezione "debiti" del forum di indebitati.it.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è necessaria per poter ottenere risposta. Potrai inserire il tuo quesito e leggere la risposta degli esperti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

    1 5 6 7