Il consolidamento (o ristrutturazione) dei debiti

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Siete sommersi dai debiti e non sapete più come venirne fuori! Eppure, vorreste tornare a dormire sonni tranquilli e smettere di sobbalzare ogni volta che suonano alla porta di casa.

È ora di riprendere le redini della situazione! Sarà per voi una sorpresa scoprire quante possibilità avete ancora per riaggiustare i problemi finanziari! Procedete passo dopo passo.

Fate una lista dei vostri creditori, in modo da sapere esattamente a chi dovete del denaro e quando dovete restituirlo.

Per aiutarvi abbiamo predisposto una lista-tipo in cui indicare:

  • nome del creditore,
  • tipo di debito,
  • ufficio legale o ufficio di riscossione,
  • importo mensile che avreste dovuto versare,
  • debito residuo (in conto capitale o interessi),
  • data di accensione del credito,
  • tasso d'interesse,
  • altro (garanzie, ecc.)

Verificate quindi la vostra disponibilità finanziaria, sommando denaro contante, libretto di risparmio e situazione di conto corrente.

Passate ora a esaminare le fonti di reddito. A quanto ammontano le vostre entrate fisse mensili? Potete contare su qualche guadagno extra? Vi sono persone alle quali potete rivolgervi per un aiuto?

Analizzate le spese fisse e variabili: dovete potreste risparmiare? Provate a rispondere alle seguenti domande:

  • l'automobile è indispensabile o potreste anche usare i mezzi pubblici?
  • Tra le polizze assicurative che avete stipulato, ce n'è qualcuna alla quale potreste rinunciare?
  • Continuate ad abbonarvi a giornali o a essere soci di associazioni solo per abitudine?

Definite quindi chiaramente i seguenti aspetti:

  • quale somma potete restituire oggi ai vostri creditori e con quali modalità?
  • Quale percentuale del credito totale rappresenta tale somma?

In quanto tempo deve avvenire l'estinzione del credito in via extragiudiziale e in quale forma (in un'unica soluzione o in rate mensili, ecc.)?
Il consolidamento debiti - come fare

Tutte queste informazioni vi aiuteranno a decidere come procedere, ad es. considerando l'eventualità di consolidare i debiti attraverso la concessione del corrispettivo da un solo istituto di credito, in modo da poter estinguere tutte le altre obbligazioni contratte.
La rata da rimborsare sarà così una sola, con la possibilità di risparmiare sulle spese dei singoli creditori e addirittura di concordare condizioni più favorevoli per la restituzione del debito.

Importante: se optate per la soluzione extragiudiziale dovete essere sempre in grado di ottemperare agli obblighi di pagamento, altrimenti i vostri creditori non sono più tenuti a osservare le condizioni stabilite a vostro favore e possono procedere al recupero dei crediti secondo le modalità tradizionali.

Per fare una domanda sul consolidamento dei debiti, sulle cause di sovraindebitamento, sul come uscire da una situazione di sovraindebitamento, sui debiti in generale, sull'usura e su tutti gli argomenti correlati clicca qui.

14 novembre 2007 · Loredana Pavolini

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.