Il nuovo sistema di conciliazione per le controversie di luce e gas - Come funziona

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento, oppure qui o consultando questa sezione.

In tempi di crisi economica ma di costante crescita dell'offerta di servizi energetici da parte di diversi operatori sul mercato, le controversie tra le aziende fornitrici, privati cittadini e imprese sui contratti sottoscritti e sull'esecuzione degli stessi si avvalgono di un nuovo e veloce strumento di conciliazione per evitare di finire innanzi a un Tribunale.

Si tratta di un sistema del tutto gratuito e digitalizzato, attraverso il quale i Clienti titolari di una fornitura luce e/o che abbiano inoltrato un reclamo al suo distributore, e non siano soddisfatti del suo esito, hanno la possibilità di registrarsi sul sito web creato appositamente dall'AEEG (Autorità per l'energia elettrica e il gas) e presentare una richiesta di conciliazione.

Se la richiesta va a buon fine, successivamente viene fissata una data per un'iniziale videoconferenza con un facilitatore: questo è il nome, della figura super partes scelta dall'AEEG per gestire la conciliazione.

Il raggiungimento di un accordo si prevede facile e piuttosto veloce, dato che la conciliazione sarebbe conclusa entro 90 giorni, salvo possibilità di proroga su richiesta congiunta delle parti non superiore a 30 giorni.

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca