Contributo per la disoccupazione Aspi » Ecco come potervi accedere

Il contributo per la disoccupazione ASpI » di cosa si tratta

Dopo l'entrata in vigore della riforma Fornero, la vecchia indennità di disoccupazione è stata sostituita dall'Assicurazione sociale per l'impiego, appunto l'ASpI. Obiettivo dell'articolo è informare il lettore su i requisiti per accedervi, le scadenze, la durata, gli importi da rispettare. L'ASpI, ovvero il contributo per la disoccupazione, è una [ ... leggi tutto » ]

Chi può accedere al contributo di disoccupazione

Possono accedere all'ASpI i lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che abbiano perduto involontariamente l’occupazione, ivi compresi: gli apprendisti; i soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato; il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato. i dipendenti a tempo determinato [ ... leggi tutto » ]

Chi non può percepire il contributo di disoccupazione

Non sono destinatari della indennità di disoccupazione ASpI: i dipendenti a tempo indeterminato delle Pubbliche Amministrazioni; gli operai agricoli a tempo determinato e indeterminato; i lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale, per i quali [ ... leggi tutto » ]

I requisiti per poter accedere al beneficio del contributo di disoccupazione

Il contributo per la disoccupazione spetta all'interessato solo in presenza dei seguenti requisiti: Stato di disoccupazione involontario: L’interessato deve rendere, presso il Centro per l’impiego nel cui ambito territoriale si trovi il proprio domicilio, una dichiarazione che attesti l’attività lavorativa precedentemente svolta e l’immediata disponibilità allo svolgimento di attività [ ... leggi tutto » ]

La domanda per fruire del contributo per la disoccupazione ASpI

Per il riconoscimento dell'indennità di disoccupazione ASpI la domanda deve essere presentata all'INPS, esclusivamente in via telematica, attraverso uno dei seguenti canali: WEB - servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell'Istituto; Contact Center multicanale attraverso il numero telefonico 803164 gratuito da rete fissa o [ ... leggi tutto » ]

Decorrenza del contributo di disoccupazione

L’indennità di disoccupazione ASpI spetta: dall'ottavo giorno successivo alla data di cessazione del rapporto di lavoro, se la domanda viene presentata entro l’ottavo giorno; dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda, nel caso in cui questa sia stata presentata dopo l’ottavo giorno; dalla data di rilascio della [ ... leggi tutto » ]

Periodo in cui viene erogata l'indennità mensile ASpI

Al disoccupato che accede all'ASpI, spetta un’indennità mensile la cui durata, collegata all'età anagrafica del lavoratore, aumenta gradualmente nel corso del triennio 2013-2015 (periodo transitorio), per essere definita a regime con decorrenza 1° gennaio 2016. La durata massima della prestazione per il periodo transitorio 2013-2015 è di seguito indicata: [ ... leggi tutto » ]

Entità del contributo di disoccupazione

La misura della prestazione è pari: al 75% della retribuzione media mensile imponibile ai fini previdenziali degli ultimi due anni, se questa è pari o inferiore ad un importo stabilito dalla legge e rivalutato annualmente sulla base della variazione dell'indice ISTAT (per l’anno 2013 pari ad € 1.180,00). L’importo [ ... leggi tutto » ]

Sospensione dell'ASpI - Quando il soggetto assicurato ottiene un contratto di lavoro subordinato

Nel caso di nuova occupazione del soggetto assicurato con contratto di lavoro subordinato, l’erogazione della prestazione ASpI è sospesa d’ufficio, sulla base delle comunicazioni obbligatorie, per un periodo massimo di sei mesi. Al termine della sospensione l’indennità riprende ad essere corrisposta per il periodo residuo spettante al momento in [ ... leggi tutto » ]

Decadenza dall'indennità di disoccupazione

Il beneficiario decade dall'indennità nei seguenti casi: perdita dello stato di disoccupazione; rioccupazione con contratto di lavoro subordinato superiore a 6 mesi; inizio attività autonoma senza comunicazione all'INPS; pensionamento di vecchiaia o anticipato; assegno ordinario di invalidità, se non si opta per l’indennità; rifiuto di partecipare, senza giustificato motivo, [ ... leggi tutto » ]