Il riscatto di periodi lavorativi non coperti da contribuzione

Per recuperare i contributi silenti, è possibile il riscatto di periodi lavorativi non coperti da contribuzione.

Il recupero di vecchi rapporti di lavoro scoperti, qualora esistenti, può essere utile per unirli ai contributi silenti, ed ottenere così un'autonoma pensione di vecchiaia.

L'alternativa è valida soprattutto se i periodi si collocano prima del 31.12.1992,poiché, raggiungendo 15 anni di contribuzione ante 1993, si può ottenere la pensione di vecchiaia con la Deroga Amato (stanti i requisiti d'età previsti dalla Riforma Fornero).

Sarebbe, però, necessario provare la sussistenza del rapporto di lavoro, presentandosi all'Inps con documenti di data certa riferibili ai periodi lavorativi.

Inoltre, se il vecchio datore si rifiutasse di versare la contribuzione mancante, spetta al contribuente il pagamento dell'onere di riscatto, salvo la possibilità di far causa alla ditta per il danno subito. Giudizio che, va da sé, non sarebbe né semplice, data la distanza di tempo intercorsa, né immediato, viste le lungaggini giudiziarie italiane.

Ricordiamo che la Deroga Amato si può applicare anche a chi ha 15 anni di contribuzione e 10 anni di lavoro discontinui.

Il riscatto del ciclo di studi

Lo stesso ragionamento fatto per il recupero degli anni di lavoro scoperti, ovvero lo scopo di ottenere un'ulteriore trattamento, grazie al raggruppamento con i contributi silenti, vale ovviamente, per ogni tipo di riscatto.

Per quanto concerne il recupero dei periodi di studi, oltre agli anni del corso di laurea, è possibile riscattare, dal 12.07.1997, per gli iscritti all'Inps, attare anche i corsi di studi universitari sotto indicati:

  • Diploma universitario conseguito dopo un corso di durata tra 2 e 3 anni;
  • Diploma di laurea conseguito dopo un corso almeno pari a 4 anni;
  • Diploma di specializzazione conseguito dopo la laurea ed al termine di un corso di almeno 2 anni;
  • Dottorato di ricerca.

Infine, in pochi sanno che esiste la possibilità di ottenere il trattamento di vecchiaia con oltre 70 anni d'età e 5 anni di contributi: detta facoltà, però, è riservata a quei lavoratori il cui primo contributo versato risulti posteriore al 01/01/96, per i quali la liquidazione è effettuata col solo sistema contributivo.

15 maggio 2017 · Gennaro Andele

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca