Contratto comodato beni mobili per evitare pignoramento [Commento 2]

  • Victor 20 febbraio 2011 at 18:14

    Da molti anni ho un debito verso un famigliare per prestiti di denaro fatti in più riprese dal 1990. La cifra è intorno ai 20.000 euro. Successivamente ho contratto debiti con due finanziarie per una cifra superiore, di cui pago regolarmente le rate. Prevedendo di non poter più rimborsare le rate, io vorrei, al fine di sottrarre al pignoramento i mobili e l'arredamento della casa (non ho altre proprietà e sulla mia pensione pesa già un cessione del quinto che scadrà fra 8 anni) di fare una scrittura di vendita dei mobili (valore stimato 5000 euro)al mio famigliare e simultaneamente, ovviamente col suo consenso, fare un contratto di comodato d'uso dei mobili a titolo gratuito e per 20-30 anni.
    Chiedo: il contratto di vendita va registrato?; quali sono i costi (sono legati al valore di stima di 5000?)
    - azione revocatoria del contratto: essendo in grado di dimostrare che il mio famigliare vanta un credito nei miei confronti di data anteriore ai crediti vantati dalle finanziarie, la revocatoria è possibile?
    - sia il contratto di vendita che quello di comodato devono portare la stessa data di registrazione, anche se avranno date di compilazione diverse. Infatti non posso trasferire i mobili per poi riprenderli col contratto di comodato. Tutto ciò può rendere nulli i contratti o renderli revocabili?
    - chiedo inoltre se ci sono altri "escamotages" da seguire per sottrarre al pignoramento i miei beni.
    Grazie a tutti per l'aiuto

    • cocco bill 20 febbraio 2011 at 18:15

      Ciao Victor. Il suo quesito andrebbe riproposto nella sezione "debiti e sovraindebitamento" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrà inserire il suo quesito e leggere la risposta dei consulenti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

1 2 3

Torna all'articolo